Senza categoria

Bake Off Italia 2016: la prima puntata e i concorrenti in gara

SEGUICI SU FACEBOOK. OGNI MERCOLEDI UNA DIRETTA

Comincia col botto Bake Off Italia 2016. Quattro i concorrenti (Emanuele, Mario, Fabio e Rossella) eliminati nel corso della prima puntata di un’edizione che presenta alcune novità sostanziali ma che resta invariata nel format e nello stile. La formula è sempre la stessa: cercare di stupire e coinvolgere lo spettatore, però lo si fa ricorrendo ancor di più alla tradizione italiana, basti pensare che tra i giudici c’è il maestro panificatore, Antonio Lamberto Martino, il quale – forse un po’ ingessato – ha dalla sua esperienza e talento per valutare le creazioni dei 16 concorrenti rimasti in gara. Siciliano, proviene da una famiglia di panificatori. «Ho iniziato a mettere le mani in pasta da bambino. Mi sono iscritto all’Università di Scienze dell’Alimentazione e ho aperto a Siena una scuola di panificatori. Cosa deve avere un concorrente? Andare oltre la vittoria mettendoci prima di tutto passione», dice il Maestro in un video di presentazione.

bake-off-italia-2016

Benedetta Parodi, con i capelli leggermente più scuri avvolti in uno chignon, sorridente come sempre ha aiutato più volte i partecipanti, alcuni di loro in preda alle lacrime e alla tensione per aver commesso degli errori. Più morbido e più indulgente è apparso, almeno nella prima puntata, il maestro Ernst Knam, mentre Clelia D’Onofrio, con la sua solita raffinatezza, ha dato preziosi consigli ai partecipanti che hanno dovuto realizzare una Upside Down Cake in una versione personalizzata e rivisitata da eseguire per la prova creativa; la Torta Lasciapassare del Maestro Knam, per la prova tecnica, e le sculture di pane per la prova Wow. La prima esecuzione si è svolta nel giardino di Villa Annoni, la splendida location dove sono state girate le quattordici puntate di Bake Off Italia 2016. La seconda è in programma per venerdì 9 settembre, alle 21.10, su Real Time. Il format convince ancora e sicuramente appassiona. Ma conosciamo più da vicino i pasticcieri amatoriali.

Come sempre i partecipanti provengono da diversi luoghi d’Italia e non solo. Valentina è una sedicenne di Parma che studia al Liceo Linguistico e che ricorda un po’ Matteo della terza edizione. Annalisa ha 70 anni, è casalinga e si è mostrata subito capace, nonostante un esordio nella prova creativa non proprio encomiabile; Bartolomeo è un architetto di quarantaquattro anni; Claudio è un operaio che ha dalla sua passione ed equilibrio. Proviene da Canosa di Puglia e ha conquistato il primo grembiule blu e un bonus da utilizzare nella seconda puntata. Federica ha venticinque anni, è di Crotone e studia Giurisprudenza. Federico A. è poco più grande di Valentina, ha diciassette anni ed è di Lucca. Colei che forse ha richiamato subito l’attenzione del pubblico è però Francesca che con il suo spiccato accento romanesco è la più simpatica del gruppo. Fa la segretaria ed è diplomata all’Accademia della Moda. Giovanni è un parrucchiere fiorentino che si è avvicinato alla pasticceria grazie all’ex compagno deceduto. Nel gruppo c’è anche la dolce Joice che, originaria di Manila, si è trasferita a sedici anni in Italia. Lorenzo, Martina e Mattia provengono rispettivamente dalle province di Ancona, Napoli e Padova, mentre Michele è di Lucera, Paola di Brescia, Roberta M. di Torino e Stefania di Baldissero Torinese. Insomma, certamente ne vedremo delle belle. Guarda la prima puntata di Bake Off Italia.

close

Salve, sono Maria Ianniciello. Grazie per aver letto l'articolo. Se ti è piaciuto il sito e il pezzo, iscriviti alla mia newsletter settimanale. Riceverai ogni lunedi una mail con gli articoli e i nuovi episodi del podcast, contenuti inediti, buoni sconto su libri e tanto altro!

Commenti

commenti

Salve, mi chiamo Maria Ianniciello. Cultura & Culture è un blog indipendente. Redigere articoli ed editare podcast di qualità richiede tempo e concentrazione. DONA ORA affinché io possa creare contenuti migliori. Grazie mille!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares