Tutti pazzi per Kate Middleton ed è Kate-mania

© Surtsicna
© Surtsicna

Forse l’Inghilterra ha davvero trovato una nuova musa. Già, perché il suo sorriso solare sta proprio conquistando tutti. Parlare di una Kate-mania è forse troppo presto ma di sicuro nell’ultimo periodo la figura pubblica della duchessa di Cambridge sta facendo passi da gigante. Mai un gesto fuori posto, sempre attenta a non eccedere nel look, fedele alle regole del protocollo, spesso curiosa ma con la giusta classe.

In questa scalata nei cuori della gente ha inciso sicuramente il piccolo George, il principino di quasi dieci mesi, autentica star del recente viaggio di tre settimane intrapreso da William e Kate dall’altra parte del mondo. Un’occasione per vedere all’opera la reale consorte anche nel ruolo di mamma adorante, tempestiva nel raccogliere i giochi scagliati dal futuro erede al trono e pronta anche ad assecondare le prime passioni sportive del suo piccolo. Non rinuncia mai a mettersi in gioco sia quando deve vedersela con il marito William in una gara di vela che in veste di chef o di giocatrice di polo o ancora quando si trova in prima linea in progetti umanitari o deve confrontarsi con primi ministri di ogni parte. Kate-MiddletonEppure c’è ancora chi la critica per il suo modo di vestire o magari per la sua famiglia di provenienza (la madre faceva la hostess) ma lei sembra quasi non prendere sul serio qualche frecciatina che arriva ahimè, con una certa cadenza e prosegue con la solita eleganza, disponibilità e simpatia. Sono passati tre anni dal giorno in cui Catherine Middleton ha detto “sì” al suo principe in una cerimonia da mille e una notte che ricordava i fasti delle nozze reali tra Carlo e Diana e da quel giorno in poi la coppia non si è più fermata.

La spontanietà, la generosità e la freschezza di questa ragazza dal viso pulito, ha saputo superare ogni diffidenza e adesso in molti vedono in lei un’autentica musa d’Inghilterra, la degna erede della Principessa triste.

Emilio Buttaro

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Emilio Buttaro

Emilio Buttaro
Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all’età di sedici anni. Nell’85 ha vinto il concorso nazionale “Vota lo speaker” indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l’anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in Scienze Politiche ha presentato diverse manifestazioni come il Premio Internazionale di poesia “Nosside”. Attualmente collabora con varie testate giornalistiche tutte di portata nazionale tra cui: Il Messaggero, Radio 24-Il Sole 24 Ore, La Stampa (redazione sportiva), Radio TV Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress, Cultura & Culture e Costantini Editore.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI