Le donne tra lavoro e maternità: ingabbiate da una ‘scelta’

«L’Italia non è un Paese per donne lavoratrici». Titolava così il quotidiano La Repubblica l’8 marzo 2016. Le donne sono costrette, ancora oggi, a scegliere tra lavoro e famiglia. Le motivazioni sono diverse, dalla mancanza di un vero e proprio piano di welfare alla mentalità ancora tipicamente maschilista e sessista. Le donne sono ingabbiate in ruoli precostituiti e inadatti ai tempi, perciò tutt’oggi molte sono chiamate a compiere una scelta sicuramente dolorosa che comporta sacrifici e rinunce.

Perché scegliere? Perché porsi dei limiti? A prescindere da alcune falle del sistema, ritengo che il primo passo da fare sia quello di spogliarsi dei ruoli, sia lavorativi e sia familiari. Una donna è un essere umano che ha tante sfaccettature e volti. Le rinunce sono atti di estrema crudeltà che comportano una sorta di dissidio tra ciò che vorremmo e quanto siamo costrette a compiere.

Ho più volte accennato a quell’insana sensazione d’inadeguatezza che ci vuole sempre perfette e pronte a prenderci cura degli altri. E` una sensazione quasi innata, atavica, tipica del femminile, che se portata all’estremo ci rende fragili, insicure, timorose, in balia dei giudizi esterni. Ritengo che sia molto più salutare indirizzare tale bisogno verso noi stesse, superando questo dualismo, che è tipico della nostra epoca. Siamo in un periodo di transizione. Molte donne della mia generazione si sentono disorientate e smarrite. Tante decidono di avere un bambino relativamente tardi per scelta o per costrizione. Molte altre rinunciano al lavoro per assecondare il desiderio di maternità.

Le donne lavoro maternità

Eppure, se solo lasciassimo andare il senso di colpa, vivendo appieno l’attimo, la Vita sarebbe molto più leggera per ciascuna di noi. Se ci spogliassimo definitivamente del ruolo, che ci hanno cucito addosso sin da bambine, e lasciassimo vivere la Donna (o meglio l’essere umano), che pretende il suo giusto spazio, tutto sarebbe più semplice. Non esiste scelta. Non esiste dissidio. Non esiste rinuncia. Sono percezioni della nostra mente che il più delle volte ci inganna.

E` importante, altresì, volgere lo sguardo verso noi stesse come ci invitava a fare anche Platone: «(…) Amore e attenzione a sé sono due vie della virtù, cioè due maniere per accedere a dimensioni più ampie della coscienza. Due strade che ci immettono nell’orizzonte della felicità». Perciò, non scegliete tra ciò che vi piace e ciò che sarebbe opportuno fare per soddisfare le richieste altrui. Vivete a modo vostro, credendo sempre di potercela fare, e tutto si sistemerà da sé…

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube Marica Movie and Books.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI