Napoli, tre concerti per la Città della Scienza

Patti Smith
Patti Smith, 1977

Patti Smith, Kings of Convenience e Tricky. Saranno loro i protagonisti dei tre concerti organizzati in favore della Città della Scienza per iniziativa di Neapolis Festival e Giffoni Experience. Ricorderete tutti il tragico incendio doloso che lo scorso 4 di marzo ha distrutto la Città della Scienza di Napoli. A distanza di circa tre mesi da quell’evento, l’Arenile di Bagnoli di Napoli accoglierà, quindi, tre eventi di grande richiamo.

I concerti – Sarà l’intramontabile Patti Smith ad aprire la serie di concerti e lo farà il 12 giugno. Sul palco la “sacerdotessa del rock” interpreterà, come si può immaginare, alcuni dei suoi maggiori successi, tra cui ricordiamo “People Have The Power”, “Gloria” e quel pezzo scritto con il “boss” Bruce Spreingsteen e passato alla storia, ossia “Because The Night”. Il 25 luglio sarà la volta, invece, di Tricky, l’artista di Bristol dal sound che rappresenta l’unione di cultura dub, hip hop e post punk, mentre saranno i Kings of Convenience a chiudere, infine, la serie di tre concerti. Il duo norvegese composto da Erlend Øye e Eirik Glambek Bøe e diventato celebre grazie a singoli come “Misread” e “I’d Rather Dance with You”, si esibirà infatti il 26 luglio, sempre presso l’Arenile di Bagnoli.

© Gabriele Nosso
© Gabriele Nosso

Le dichiarazioni – Una collaborazione, quella tra Neapolis e Giffoni Experience, finalizzata a sostenere, come detto, la Città della Scienza, polo di eccellenza scientifico e culturale e luogo di attrazione di migliaia di giovani studenti e non, provenienti da tutto il Paese. «Ho accolto con piacere regionali – afferma Claudio Gubitosi, direttore artistico di Giffoni Experince – l’invito che all’indomani del drammatico incendio di Città della Scienza lanciò l’assessore regionale Caterina Miraglia, alle associazioni culturali. Con Sigfrido Caccese, direttore del Neapolis Festival, rispondiamo con una serie di eventi musicali. Giffoni e Neapolis hanno deciso, quest’anno, di collaborare come una sola anima divisa in due. E Bagnoli, con Neapolis, sarà l’altro palco di Giffoni». Entusiasta dell’iniziativa anche Vittorio Silvestrini, direttore della Fondazione Idis-Città della Scienza, il quale mette in luce come «tra le tante azioni positive e di coinvolgimento di prestigiose realtà del mondo scientifico, imprenditoriale e culturale che si sono susseguite all’incendio del 4 marzo del nostro Science Centre, particolare significato rivesta l’iniziativa messa in campo da altre tre eccellenze. Mi riferisco – spiega – alla sinergia che si è stabilita tra il Giffoni Film Festival, il Neapolis Rock Festival e l’Arenile di Bagnoli». «Quello che è accaduto a Città della Scienza – interviene anche Sigfrido Caccese, direttore del Neapolis Festival – non può lasciare indifferente chi in questa città ha investito in proposte culturali e artistiche. Il Neapolis Festival, legato da sempre all’area di Bagnoli e dell’Italsider, vuole dare il proprio contributo alla ricostruzione di un’istituzione simbolo dell’informazione e della formazione per i giovani partenopei e i turisti di tutto il mondo. La collaborazione iniziata lo scorso anno con il prestigioso Giffoni Film Festival conferma la volontà di mettere in rete le forze che operano nel settore culturale per testimoniare le potenzialità di Napoli e del suo patrimonio artistico e territoriale». «Dalle scelte su Bagnoli, dipende gran parte del futuro di Napoli e della sua rinascita economica, lavorativa e sociale – afferma Umberto Frenna, direttore di Arenile Reload “L’Arenile di Bagnoli” – Le attività turistiche come l’Arenile e “attrattori internazionali” quali Città della Scienza hanno dimostrato in questi anni di attività l’enorme potenzialità di un’area della città, tra le più belle al mondo. Siamo felici di ospitare nella nostra struttura di Via Coroglio il Neapolis Festival e il Giffoni Experience e insieme daremo un segnale forte per la ricostruzione della parte di Città della Scienza».

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI