A Striscia l’assenteismo dei dipendenti della Sapienza
12 marzo 2013
Redazione (4058 articles)
Share

A Striscia l’assenteismo dei dipendenti della Sapienza

staffelliContinua lo straordinario successo della 25esima edizione di Striscia la Notizia che ieri, lunedì 11 marzo 2013, è stato il programma più visto della giornata. Lo comunica l’ufficio stampa del programma con una nota. Con un ascolto medio di 6.867.000 telespettatori e una share del 22.50 per cento il Tg satirico di Antonio Ricci ha sbaragliato la fortunata casualità del programma dei pacchi di Raiuno “Affari Tuoi”. Alle  21.12 il Tg satirico condotto dalla storica coppia Greggio-Iacchetti ha segnato un picco di oltre 8 milioni e mezzo di spettatori (8.502.000 telespettatori), pari al 32.77 per cento di share sul pubblico 15-64 anni. Sempre sul target commerciale, il pubblico più pregiato e di riferimento per gli investitori pubblicitari, Striscia ha ottenuto il 26.54 per cento di share, distaccando di 12 punti percentuali il programma dei pacchi “Affari Tuoi”. E il successo dipende certamente dalla capacità di Ricci e del suo staff di unire la comicità dei conduttori e degli inviati con la ricerca della verità. Come accadrà questa sera quando sarà mandata in onda una nuova inchiesta sull’assenteismo tra i dipendenti pubblici. Valerio Staffelli scopre che all’Università La Sapienza di Roma numerosi impiegati vidimano il badge anche per i loro colleghi. C’è addirittura chi esegue l’operazione tre volte. L’inviato di Striscia dapprima consegna il tocco (il copricapo dei laureati) e la “laurea honoris causa in timbratura folle” agli impiegati colti in fallo, poi recapita il Tapiro d’oro al Rettore Luigi Frati. Quest’ultimo, viste le riprese realizzate dal Tg satirico, ammette che i fatti sono gravissimi e promette di intervenire. In effetti, dopo l’arrivo di Striscia e l’acquisizione dei filmati, è stata attivata una commissione d’indagine per verificare l’entità delle irregolarità e prendere tempestivamente i provvedimenti del caso.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.