Zero waste, 18 blogger unite per abbassare la produzione di rifiuti

ZERO WASTE. Ecco il progetto #MANGIOZEROWASTE

Su Cultura & Culture abbiamo scritto alcuni articoli su come abbassare la produzione di rifiuti arrivando quasi allo zero.

Ci siamo inoltre soffermati spesso sulle proprietà dei vari alimenti tra psicosomatica e olismo, perché il cibo, oltre a nutrire il corpo, nutre la mente tanto che ogni alimento è ricco di simboli che la nostra psiche decodifica immediatamente. La relazione con il cibo è soprattutto inconscia ed è per questo che le diete ferree talvolta non funzionano perché a gestire la nostra vita – quindi anche il nostro modo di alimentarci – è la mente inconscia.

Cosa sia l’inconscio ve lo spiegano bene gli psicologi e gli psichiatri, da parte mia so che per stare bene bisogna avere un buon rapporto con il cibo sgomberando innanzitutto la mente dalle cose inutili e da quei pensieri ricorrenti che ci intasano, come spiegano Daniel Lumera e Franco Berrino nel nuovo libro La via della leggerezza (Mondadori).

Su questo volume ci ritornerò probabilmente tra qualche tempo, quello che mi preme sottolineare è come il nostro stile di vita condiziona la nostra mente e viceversa. Siamo opulenti nei pensieri come nel corpo. E sprechiamo. Anche tanto.

Sul web un gruppo di 18 blogger, appassionate di tematiche ambientali e di cucina, ha creato sui social il progetto #Mangiozerowaste per portare a zero la produzione dei rifiuti domestici sensibilizzando così gli utenti.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

L’ideatrice, Stella Bellomo, ci spiega nello specifico in cosa consiste: “Il progetto MANGIO ZERO WASTE nasce per imparare tutti insieme a essere più consapevoli, attenti all’ambiente e soprattutto per modificare le nostre abitudini quotidiane in tema di sprechi e di utilizzo di prodotti non biodegradabili partendo dalla cucina!”, afferma.

“La maggior parte della plastica che produciamo quotidianamente in famiglia deriva dai nostri acquisti alimentari e da prodotti usa e getta e purtroppo, come ormai sappiamo senza alcun tipo di dubbio, dopo anni di utilizzo inconsapevole e indiscriminato, oggi la plastica è uno dei principali nemici dell’ambiente”, ci dice Stella che, oltre a dedicarsi con passione ai temi del natural food e della tutela dell’ambiente, scrive anche libri per bambini.

Sulla produzione di plastica e su quanto questa danneggi i nostri mari ho già scritto. Potete leggere l’articolo qui. Nel frattempo vi invito a dare un’occhiata al sito di Stella  Bellomo per saperne di più su #Mangiozerowaste e sulle azioni da fare per ridurre i rifiuti domestici, sprecando meno cibo.  (articolo di Maria Ianniciello)

Per approfondire su come ridurre i rifiuti ti consigliamo questo libro

La Famiglia Zero Rifiuti (o Quasi)
Come adottare uno stile di vita sostenibile
€ 18,00

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Naturopata ad indirizzo psicosomatico. Aromaterapeuta. Diplomata in Naturopatia presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica. Lavora sia in gruppo che individualmente con consulenze naturopatiche e sedute di aromaterapia. Giornalista pubblicista. Scrive di benessere, aromaterapia, motivazione al femminile, LifeStyle. Ama la Cultura, in particolare il cinema. Lettrice vorace. Si è laureata in Lettere nel 2005 presso la Seconda Università di Roma con il massimo dei voti.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI