VIAGGIO NELLA LONDRA DELLE OLIMPIADI

SPECIALE LONDRA 2012

LA RIFLESSIONE DEL DIRETTORE 

© cienpiesnf - Fotolia.com

Quando ho fondato CulturaeCulture.it nel 2009, avevo un sogno: scrivere delle varie culture del mondo per avvicinare popoli geograficamente lontani eppure così vicini perché parte della stessa specie. “Loro hanno mani, occhi, gambe, cervello… proprio come noi”, pensavo da piccola, cercando di conoscere la causa di tanta cattiveria, di tanta ipocrisia imperante, del razzismo… Poi, con il trascorrere degli anni ho capito. Ho compreso che l’uomo ha una doppia natura: è un angelo e allo stesso tempo un demone; l’essere umano è disposto a tutto pur di soddisfare la sua sete d’amore, che cerca nell’approvazione dell’altro. I soldi, che sono solo pezzi di carta, diventano il simbolo del potere anziché essere uno strumento per migliorare la vita della comunità. La moda non è più sinonimo di stile ma di lusso sfrenato e di brama di apparire, così come la musica e la cultura. E lo sport diventa solo un business! Compreso questo aspetto della natura umana, che certamente è insito anche nella sottoscritta, ho continuato a sperare e a sognare, trasformando CulturaeCulture in una testata giornalistica! La redazione quindi ha deciso di seguire quotidianamente le Olimpiadi di Londra, perché pensiamo che questo evento possa favorire, come è nella natura dello sport, l’interscambio culturale fra le varie etnie del mondo.

Spazio dunque ogni giorno alle notizie sportive da Londra e alle curiosità per conoscere e conoscersi mediante una manifestazione secolare e carica di significati che merita di essere raccontata con l’obiettività del cronista e la passione dello sportivo ma anche con la curiosità del viandante che si avventura per le strade di Londra!

Maria Ianniciello

ECCO LE OLIMPIADI A PIU`BASSO IMPATTO AMBIENTALE DELLA STORIA

© chrisdorney - Fotolia.com

Mancano pochi giorni all’inizio dei Giochi Olimpici di Londra, che si apriranno venerdì 27 luglio a Stratford. La cerimonia di apertura, costata 42 milioni di dollari, sarà presentata da Danny Boyle, regista di Trainspotting e The Millionaire, che ha rivelato solo a grandi linee lo spettacolo non lasciando trapelare indiscrezioni sui dettagli della scaletta e dei protagonisti, anche se si vocifera della presenza di David Craig, protagonista di 007, e di Mohamed Alì. La prima parte della cerimonia si svolgerà secondo protocollo, con la sfilata degli atleti in ordine alfabetico per nazione, i discorsi degli organizzatori e della Regina e l’arrivo dell’ultimo tedoforo con l’accensione del braciere olimpico. Poi inizierà lo spettacolo, con musiche, danze e coreografie che promettono di stupire.

L’Olimpiade di Londra è entrata nella storia già prima di cominciare. La capitale inglese, infatti, è la prima città al mondo ad ospitare i Giochi per tre volte (le prime due nel 1908 e nel 1948). I biglietti messi in vendita per la XXX edizione, ben 8 milioni, sono andati a ruba nel giro di un paio di settimane nel 2011, facendo registrare il tutto esaurito già un anno prima dell’inizio delle competizioni.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Il programma prevede 26 sport olimpici per un totale di 39 discipline. Le gare inizieranno il 27 luglio per terminare il 12 agosto 2012. La cerimonia inaugurale e finale e le prove d’atletica leggera si svolgeranno presso il nuovo Stadio Olimpico di Londra, che durante i giochi avrà una capacità di 80 mila persone: 25 mila seggi permanenti al livello inferiore e 55 mila posti al livello superiore, che potrà essere smontato dopo le Olimpiadi.

A guidare le rispettive nazionali lungo la pista dello Stadio Olimpico, durante la cerimonia di apertura, saranno i cosiddetti portabandiera. La Spagna ha dovuto rinunciare al suo, Rafael Nadal, a causa di un infortunio mentre l’Italia ha discusso a lungo su chi dovesse avere l’onore di rappresentare i colori azzurri nel mondo. In un primo momento si era parlato della giovane e vincente Federica Pellegrini, che però ha declinato l’offerta adducendo come scusa la durezza della sfilata e l’impossibilità di recuperare in tempo per le gare. La scelta allora è caduta su un’altra superdonna dello sport italiano, Valentina Vezzali, vincitrice di tre medaglie d’oro olimpiche in tre consecutive edizioni, più altri due ori olimpici in squadra. La schermitrice azzurra si unirà ad altri nomi eccellenti che prima di lei hanno avuto l’onore di essere portabandiera per l’Italia: Sara Simeoni a Los Angeles 1984, Pietro Mennea a Seul 1988, Giuseppe Abbagnale a Barcellona 1992, Giovanna Trillini a Atlanta 1996, Carlton Myers a Sidney 2000, Jury Chechi a Atene 2004 e Antonio Rossi a Pechino 2008.

Tra i motivi per cui i Giochi di Londra 2012 si faranno ricordare c’è anche l’ambizioso progetto di essere le Olimpiadi a più basso impatto ambientale della storia. L’obiettivo, secondo gli organizzatori, dovrebbe essere raggiunto attraverso l’applicazione di misure come la vendita all’interno del villaggio olimpico di prodotti riciclabili, una raccolta differenziata facilitata, il limitato uso di carta per guide e cartine a favore delle applicazioni tecnologiche, l’utilizzo di un generatore eolico per fornire parte dell’energia che alimenterà il Parco e, infine, un piano trasporti improntato a favorire le esigenze di pedoni e ciclisti, privilegiando l’uso dei mezzi pubblici.

Piera Vincenti 

 LONDRA:  I LUOGI DA VISITARE

© Beboy - Fotolia.com

Londra: una delle città più grandi d’Europa. È la terza piazza borsistica al mondo, dopo Tokyo e New York, ma soprattutto una delle principali città che influenza il resto del mondo per la cultura, la moda, l’economia e l’arte. Originariamente città celtica, fu fortificata dai Romani che la chiamarono Londinium e la usarono come porto sul fiume Tamigi. Proprio durante questo periodo Londra fu eretta a capitale della Britannia dai Romani, che la abbandonarono durante il V secolo. Fin dal Medioevo nell’abbazia vengono incoronati tutti i re d’Inghilterra. La residenza dei reali d’Inghilterra fu, dal periodo normanno, il castello-fortezza della Torre di Londra, dove oggi sono custoditi i gioielli della regina.

Nel vostro viaggio non può assolutamente mancare una tappa nel più importante museo del mondo: il British Museum, aperto nel 1753. Con le sue 10 sezioni offre una panoramica completa della storia dell’arte. Le sezioni presenti nel museo sono: Africa e Americhe, Vicino Oriente Antico, Asia, Gran Bretagna ed Europa, Egitto, Grecia e Roma, Giappone, monete e medaglie, stampe e disegni.

Orari di apertura

Dal sabato al giovedì ore 10 – 17.30

Venerdì   ore 10 – 20.30

www.thebritishmuseum.ac.uk

L’ingresso al museo è libero per tutti i visitatori. La visita a mostre temporanee potrebbe, però, essere a pagamento.

Tra i tanti giri non rinunciate a fare una passeggiata ad Hyde Park dove potete incontrare carinissimi e dolcissimi scoiattoli. Non dimenticate, quindi, di portare con voi una grande busta di noccioline da far sgranocchiare ai simpaticissimi scoiattoli.

Naike Del Grosso

 

 

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI