VIAGGIO A LONDRA: ST JAMES’S PARK E BUCKINGHAM PALACE

St James's Park

Fiori variopinti, alberi secolari, sentieri che costeggiano il laghetto: è lo scenario del St James’s Park, uno dei parchi più belli di Londra dove tra il verde si intravedono gli edifici più importanti della capitale inglese. Il più antico è Westminster, ora conosciuto come the House of Parliament, poi c’è è Buckingham Palace, residenza della monarchia inglese, e infine St James’s Palace con il suo stile tipicamente Tudor. A pochi passi ci sono anche Trafalgar Square e Piccadilly Circus, cosa che fa di St James’s Park uno dei parchi più affollati di Londra, soprattutto la domenica quando i turisti si riuniscono là per assistere al famoso Cambio della Guardia. Come i vicini Green Park e Hyde Park, anche St James’s Park nasce per volere di Enrico VIII che lo scelse come riserva di caccia. In seguito divenne un grande giardino dell’aristocrazia dell’Ottocento londinese e oggi è famoso per essere il parco più antico della città, oltre che uno dei più belli al mondo.

Oltre alla numerosa varietà di alberi e fiori, il parco possiede una ricca fauna. Nel Seicento il re Giacomo I vi fece introdurre diversi animali esotici, tra cui cammelli e coccodrilli, che oggi non ci sono più, mentre restano alcune specie di avifauna introdotte più tardi dalla Società Ornitologica Londinese. Nella parte occidentale del ponte ancora oggi è situata la Duck Island (isola delle anatre), l’area protetta e popolata da tanti caratteristici uccelli, tra cui un piccolo gruppo di pellicani.

Nel corso della sua storia, St James’s Palace ha conosciuto fortune alterne, passando da luogo di ritrovo dell’elegante aristocrazia inglese a raduno di uomini e donne dai facili costumi fino a tornare, nell’800, uno dei parchi più chic di Londra. La strada che costeggia il parco e unisce Buckingham Palace al Parlamento, Birdcage Walk, è densa di edifici aristocratici e militari tra cui Wellington Barracks, l’antica caserma delle guardie reali e il relativo Guards Museum, punto di inizio e ritorno del Cambio della Guardia. Tra il 1906 e il 1924 l’area esterna tra Buckingham Palace e St James’s Park, venne rimodellata per fare spazio al Memorial della regina Vittoria.

Buckingham Palace

Buckingham Palace è la residenza ufficiale dei sovrani inglesi dal 1837 e oggi è il quartier generale dell’amministrazione monarchica. Benché usate per i principali eventi e ricevimenti della Regina, le stanze di Stato sono aperte ai visitatori. Il Palazzo conta 775 stanze, che includono 19 stanze di Stato, 52 camere da letto per la famiglia reale e i suoi ospiti, 188 stanze per lo staff, 92 uffici e 78 bagni. Giorgio III comprò Buckingham Palace nel 1761 per sua moglie Charlotte che desiderava una seconda casa per la famiglia vicino a St James’s Palace. Nel corso degli anni, l’edificio subì numerose trasformazioni da parte dei monarchi ma nessuno vi si era trasferito ufficialmente nella. Il primo sovrano a risiedere a Buckingham Palace fu la Regina Vittoria che vi si trasferì nel 1837, solo tre settimane dopo la sua ascesa al trono, e nel giugno 1838 fu il primo monarca inglese a partire da quel palazzo per l’Incoronazione. Dopo il suo matrimonio con il Principe Alberto, e la conseguente nascita di numerosi bambini, la regina fece ampliare l’edificio costruendo una nuova ala dopo aver spostato il Marble Arch. I lavori furono completati nel 1847.

La moderna corte del palazzo, dove avviene il Cambio della Guardia, fu costruito nel 1911 come parte del progetto del Memorial della Regina Vittoria. I cancelli e le ringhiere furono completante anche nel 1911. Il cancello a centro-nord è ora l’entrata principale di Buckingham Palace, mentre quello centrale è usato per le occasioni di stato.

Piera Vincenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Tutto lo spettacolo dei Giochi Olimpici di Londra 2012 è su Cultura&Culture. Segui qui il nostro speciale

N.B. Le foto sono un’esclusiva di Cultura&Culture.it – ©PieraVincenti. Ogni abuso sarà perseguito ai termini di legge

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Piera Vincenti

Piera Vincenti è giornalista e copywriter. Si occupa di comunicazione aziendale e pubblica e collabora alla realizzazione di siti web. Laureata in Sociologia, ha conseguito la laurea specialistica nel 2010 dopo aver ottenuto la laurea triennale in Scienze della Comunicazione.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI