Un’ora per la terra

© Minerva Studio - Forolia.com
© Minerva Studio – Forolia.com

Questa sera migliaia di città in molti Paesi del mondo resteranno al buio per un’ora per salvare il pianeta. L’Ora della terra è un’iniziativa voluta dal WWF e che è giunta alla sua settima edizione.

Monumenti, case, uffici, città resteranno al buio per testimoniare l’impegno di cittadini, governi e organizzazioni nella lotta al cambiamento climatico e per uno stile di vita sostenibile. L’obiettivo? Dimostrare che l’impegno e la passione di ognuno di noi può ispirare chi ci circonda e far nascere un grande cambiamento nel mondo. «È molto di più di un’azione simbolica, è un gesto continuo che porta ad azioni reali, grandi e piccole, che stanno cambiando il Pianeta sul quale viviamo», affermano dal WWF. Innumerevoli i rischi per il pianeta che deve fare i conti  con riscaldamento globale che causa soprattutto cambiamenti climatici facendo estinguere molte specie, tra cui l’orso polare.

«Solo promuovendo uno stile di vita, che ponga al centro l’importanza del capitale naturale e sia capace di farci vivere nei limiti di un solo Pianeta, è possibile un futuro sostenibile. Una nuova economia, una nuova alimentazione, un differente modo di muoversi e viaggiare, una strategia per reinventare il territorio, nuovi modi di produrre e consumare, anche ad imitazione dei cicli naturali», precisano dal WWF.

In Italia tra i comuni che hanno aderito all’iniziativa c’è Milano, che spegne per un’ora le luci di Palazzo Marino, del Teatro alla Scala e del Castello Sforzesco, dalle 20.30 alle 21.30. Sarà proprio davanti al Castello, alle 20.30, che si ritroveranno tutti coloro che vorranno prendere parte a questo importante appuntamento, accendendo simbolicamente una candela.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI