Unicef: dal 27 di maggio parte la “Settimana dei ragazzi”

UNICEFSi apre il prossimo lunedì 27 di maggio la “Settimana dei ragazzi”, un’iniziativa voluta da Unicef Italia per promuovere la tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Un’intera settimana, quindi, che sino al 2 di giugno vedrà susseguirsi su tutta la penisola una serie di eventi di sensibilizzazione sul tema e che avrà come principale protagonista il mondo della scuola. La manifestazione sarà, infatti, l’occasione per conoscere le attività elaborate durante tutto l’anno scolastico dai bambini e dai ragazzi di oltre 400 scuole di tutta Italia. Una grande festa, quindi, che coinvolgerà anche 107 amministrazioni comunali, «impegnate – spiega il presidente dell’Unicef Italia, Giacomo Guerrera – in oltre 180 iniziative, eventi e presentazioni organizzate in tutto il Paese. Siamo davvero grati – aggiunge – ai volontari, agli amministratori e agli insegnanti che, insieme alle famiglie, lavorano al nostro fianco facendosi promotori dei diritti dei bambini e degli adolescenti».

Ma accanto alla “Settimana dei ragazzi”, proprio in questi giorni ricorrono altre due date significative per l’associazione. Il 27 maggio è, infatti, il giorno in cui viene ricordato l’anniversario della ratifica da parte del Governo italiano della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Una ricorrenza importante, cui giovedì 30 maggio si aggiungerà un altro evento da segnalare: in contemporanea in tutto il mondo, a Roma al Palazzo del Coni ed in altre città italiane, sarà infatti lanciato il Rapporto Annuale UNICEF “La condizione dell’infanzia nel mondo”. Un rapporto che quest’anno avrà come tema quello della “disabilità” e che coinvolgerà 34 organizzazioni che si occupano costantemente di giovani con forme, appunto, di disabilità.

Per conoscere le iniziative organizzate in tutta Italia nel corso della “Settimana dei ragazzi” è possibile consultare il sito www.unicef.it/scuola.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI