Paolo Ruffini e Frank Matano in “Tutto molto bello”, l’intervista

Paolo e Frank alla presentazione del film a Milano

Squadra che vince non si cambia. In questo caso parliamo più specificatamente di una coppia di attori nonché di ottimi amici, in perfetta sintonia sul set come nella vita. Dopo il successo del loro primo film insieme, “Fuga di cervelli” (2013), Paolo Ruffini e Frank Matano tornano con una nuova commedia, “Tutto molto bello”, dal 9 ottobre al cinema. Ecco cosa ci hanno raccontato durante la presentazione in anteprima della pellicola a Milano.

Paolo, tu sei attore e regista di “Tutto molto bello”. Doppia fatica uguale doppia soddisfazione?

P.R: E’ un sogno che si avvera. Da tempo desideravo non soltanto recitare un ruolo importante in un film di questo genere, ma anche avere la possibilità di dirigerlo. Amo questa commedia perché è fresca, solare, divertente, anche romantica. “Tutto molto bello” è un inno alla positività, un invito a cogliere, anzi, ad accorgersi della felicità che la vita ci dona. Spero che il film riuscirà a migliorare la vita delle persone che lo vedranno, almeno per un’ora e mezza.

Paolo Ruffini alla prima del film

La storia è frutto della tua fantasia oppure prende spunto da fatti reali?

P.R: In realtà il copione è stato scritto diversi anni fa e nasce da un’idea del mio produttore e agente Maurizio Totti (Colorado Film, ndr). Il progetto è rimasto fermo, chiuso in un cassetto, nonostante vari tentativi di modifiche. Un giorno, riprendendo in mano la storia, ho pensato di aggiungere qualche dettaglio e, soprattutto, un colpo di scena. L’obiettivo era quello di trattare temi importanti, come la nascita di un figlio, l’amicizia, l’amore, in chiave comica, ma di renderlo anche un film urgente, attuale, descrivendo i nostri tic, le ansie da social, sempre più sfogatoi per persone infelici e aggressive.

Frank, come ti sei trovato a lavorare nuovamente accanto a Paolo?

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

F.M: “Fuga di cervelli” ci ha permesso di conoscerci meglio e di creare un certo feeling. Quindi sul set di “Tutto molto bello” è stato più facile e divertente perché si respirava aria di casa, un’atmosfera famigliare. Mi sono sentito a mio agio anche con gli altri attori del film, da Gianluca Fubelli, detto Scintilla, ad Angelo Pintus, da Nina Senicar, una vera rivelazione, a Chiara Francini, che interpreta Anna, la compagna di Giuseppe.

Chi è Antonio, il personaggio che interpreti?

F.M: E’ l’esatto opposto di Giuseppe (diffidente agente delle entrate interpretato da Paolo Ruffini, ndr). Antonio è un giovane invadente, socievole, sempre propositivo, generoso e scanzonato. I due si incontrano in ospedale, in attesa di diventare padri per la prima volta, e da lì nasce un rapporto di complicità e di amicizia, non senza aver prima trascorso una nottata folle, tra inseguimenti, incontri e scontri, litigi e momenti tragicomici.

In “Tutto molto bello” hai coinvolto anche Pupo. Come è andata?

P.R: E’ simpaticissimo oltre a essere un gran professionista. Pupo non ha esitato un attimo quando gli abbiamo proposto di recitare nel film. Interpreta se stesso, mentre gioca d’azzardo in una bisca clandestina dove io e Antonio siamo finiti, diciamo, per caso. Nel film c’è anche Paolo Calabresi, un grande attore con il quale avevo già recitato a teatro in “Full Monty”.

Frank, cosa mi dici di Nina Senicar?

Frank Matano

F.M: Ricordo che la scena del nostro bacio mi ha particolarmente confuso! (ride, ndr). Non ho mai baciato una modella, ma lo consiglio vivamente a tutti come cura! Nina non è solo una bellissima ragazza ma anche un’ottima attrice. All’inizio ero un po’ scettico sulla sua scelta, poi, una volta sul set, ho scoperto una persona intelligente, preparata e autoironica. Ha lavorato parecchio sul copione. Sono felice di averla baciata!

Quali sono i vostri prossimi impegni?

P.R: Ho in testa tante storie da raccontare sul grande schermo. Sempre al limite della comicità e del sano ottimismo. Viviamo in un momento nel quale c’è un gran bisogno di ridere e di star bene, di pensare positivo e, perché no, di sognare.
F.M: Sto per terminare le riprese di un nuovo film di cui sono protagonista al fianco di Claudio Bisio. Si tratta di “La sposa perfetta”, che uscirà nelle sale nei prossimi mesi.

Silvia Marchetti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Silvia Marchetti

Silvia Marchetti
Silvia Marchetti, nata a Mirandola (Modena) nel 1981, è giornalista pubblicista e web designer. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si occupa da anni di Cultura e Spettacoli, pubblicando articoli, recensioni e interviste relative al mondo del teatro, del cinema e, in particolare, della musica. Tra le sue passioni, la buona cucina, i concerti, la moda e Milano, città in cui ha deciso di vivere.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI