IN ARRIVO IL PRIMO SOCIAL NETWORK PER AUTOMOBILI

Il progetto

I social network si sono da tempo affermati come uno strumento rapido ed immediato per scambiare informazioni. Oggi uno dei più grandi test a livello mondiale di comunicazione Car-to-X (C2X) dimostra come questa idea si possa declinare alle auto per aumentare la sicurezza ed efficienza della circolazione. Entro la fine dell’anno, infatti, sulle strade della regione tedesca Rhein-Main, 120 vetture saranno collegate sia tra loro e all’infrastruttura stradale, scambiandosi aggiornamenti sulla situazione del traffico. Un esempio: se sull’autostrada A5 la fine di una coda dovesse essere nascosta da un dosso, la prima vettura in transito sarà in grado di avvisare tempestivamente le successive, allertando il guidatore. Anche in situazioni di visibilità ridotta, per esempio sulla statale B3, la tecnologia C2X può essere utile a evitare tamponamenti: alle auto in arrivo vengono segnalate eventuali frenate di emergenza, anche nel caso in cui le luci di stop siano coperte da un autocarro. Analogamente, i sistemi C2X potranno contribuire ad una circolazione più efficiente, e quindi più ecologica, controllando i semafori ed ottimizzando il flusso dei veicoli. Nel programma è prevista anche l’implementazione di funzioni comfort, come il suggerimento di percorsi verso il parcheggio libero più vicino. La comunicazione C2X diventa così un elemento cruciale per la tecnologia dei sistemi di sicurezza e di assistenza al conducente del futuro.

L’obiettivo del test recentemente avviato è quello di verificare l’idoneità dei sistemi in condizioni di traffico reali. La sperimentazione rientra nel progetto di ricerca simTD (Safe Intelligent Mobility – Test Field Germany) condotto da Daimler. Il simTD (www.simtd.de) è un consorzio di case automobilistiche tedesche, aziende di componentistica, società di telecomunicazione, istituti di ricerca e settore pubblico. In qualità di pioniere nel campo della sicurezza dei veicoli, Daimler ritiene che la comunicazione C2X ed i sistemi di assistenza da essa concepiti avranno un’importanza fondamentale.

Anche negli Stati Uniti, Daimler è attiva nella ricerca e nello sviluppo della comunicazione C2X. A Palo Alto, in California, i veicoli vengono dotati di sistemi C2X e sottoposti ai relativi test. Le attività condotte negli Stati Uniti consentono a Daimler, in quanto casa automobilistica attiva a livello mondiale, di sviluppare una comunicazione C2X basata sulle particolarità del mercato americano e di raggiungere la massima armonizzazione possibile delle tecnologie.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI