ILARIA ALPI, IL PREMIO ALLA CARRIERA A NUCCIO FAVA

Nella foto Nuccio Fava - Ph. premioilariaalpi.it

Crisi economica, l’Ilva di Taranto, la caduta di Gheddafi, i migranti in fuga per una vita migliore, le infiltrazioni della criminalità organizzata, il sovraffollamento delle carceri: sono alcuni dei temi affrontati nei servizi e nei video-reportage finalisti alla diciottesima edizione del Premio giornalistico televisivo in corso a Riccione. Otto le categorie in concorso, con reportage, servizi e documentari realizzati da giornalisti di punta, freelance e giovani autori di network internazionali, nazionali, locali e di web-tv.

 Le premiazioni sabato 8 settembre alle ore 21 al Palacongressi (viale Virgilio 17), nella serata di gala condotta da Tiziana Ferrario. Già deciso il premio alla carriera, che va a Nuccio Fava, lo storico giornalista Rai, l’unico ad aver diretto sia il Tg1 sia il Tg3. Al francese Paul Moreira della news agency indipendente Premier Lignes, nome di punta del giornalismo d’inchiesta europea, andrà invece il premio speciale Ilaria Alpi, mentre a Cristiano Barbarossa di Sirene, il programma di Rai 3 condotto da Margherita Granbassi, verrà conferito un premio Auser per il suo servizio sull’indagine della Guardia di Finanza che ha svelato i maltrattamenti nella casa di riposo Villa Borea di Sanremo. Per il terzo anno consecutivo, inoltre, un premio speciale UniCredit sarà conferito a Hanadi Zahlout e Yara Bader, due giornaliste e attiviste siriane che si sono distinte per il valore e il coraggio con cui hanno denunciato le violenze del regime di Assad. Ma in attesa delle premiazioni, una serie di appuntamenti animerà la giornata di sabato del Premio Ilaria Alpi. Si inizia alle ore 9 a Villa Mussolini (viale Milano 31) con il workshop gratuito (in inglese) tenuto dallo stesso Paul Moreira. Alle ore 10, è la volta dell’informazione leggera (ma non troppo) di Breakfast news – Notizie a colazione, la rassegna stampa in diretta dal lungomare di Riccione con Filippo Solibello, Marco Ardemagni e Cinzia Poli della squadra di Caterpillar. Un appuntamento all’insegna dell’interattività, in cui il pubblico può “dialogare” con i conduttori grazie ai tablet distribuiti da Vodafone.

Alle ore 11 ci si sposta di poche centinaia di metri in piazzale Ceccarini per il confronto tra generazioni che vede protagonisti la conduttrice televisiva Margherita Granbassi, il vicepresidente dell’Auser Marco Di Luccio e Nuccio Fava. La mattina si chiude di nuovo a Villa Mussolini, dove alle ore 12 si terrà la conferenza stampa per annunciare i vincitori del Premio Ilaria Alpi. Nell’occasione verrà anche presentata la nuova stagione di Caterpillar AM, con l’ingresso nella squadra della giornalista Natascha Lusenti, che ha appena chiuso la sua esperienza alla conduzione di In onda su La7. Il pomeriggio si apre alle ore 16.30 al Palazzo del turismo (piazzale Ceccarini 1) con la premiazione della prima edizione del Premio Roberto Morrione. Mancato lo scorso anno, Morrione è stato vicedirettore del Tg1 e del Tg2, collaboratore del Tg3, fondatore di RaiNews24, presidente di Libera informazione e per anni membro della Giuria del Premio Ilaria Alpi. In finale Felicia Bonomo e Elena Borromeo con un progetto di inchiesta sulla corruzione nella politica, Rosario Sardella e Saul Caia che invece vorrebbero indagare sul traffico di rifiuti radioattivi e Francesco De Augustinis che è pronto a svelare l’utilizzo di veleni nei campi da tabacco. Per ricordare Roberto Morrione si svolgerà inoltre un confronto sul giornalismo di inchiesta tra Paul Moreira, Udo Bumpel della rete televisiva Ntv e i giornalisti Rai Ennio Remondino, Maurizio Torrealta e Giorgio Zanchini. Alle ore 17.30, nello spazio libri di piazzale Ceccarini, si parla invece di mafia, stragi e di Uomini soli con l’inviato di Repubblica Attilio Bolzoni. Alle 19.00, infine, sempre nel salotto di Riccione il conduttore di Agorà Andrea Vianello, nonché direttore scientifico del Premio Ilaria Alpi, intervista la regina dell’intrattenimento televisivo Serena Dandini.

Domenica 9 alle 21.15, a Villa Mussolini un evento speciale chiude il Premio Ilaria Alpi: un appuntamento inedito sulla Grecia con Vinicio Capossela, Alberto Nerazzini di Report e i virtuosi Manolis Pappos e Vincenzo Vasi, organizzato insieme alla manifestazione “Incontri del mediterraneo” per celebrare il 90esimo anno dell’istituzione del Comune di Riccione

Tutti gli appuntamenti del Premio Ilaria Alpi rientrano nei festeggiamenti di Riccione 90 e sono a ingresso libero. Il programma completo è disponibile sul sito www.premioilariaalpi.it.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento