IL LIBRO SULLA VAGINA AL CENTRO DI UN’ACCESA QUERELLE

© Igor Mojzes - Fotolia.com

Negli Stati Uniti a infiammare il dibattito pubblico non è solo la politica ma anche la cultura. Al centro della polemica? Il libro di Naomi Wolf, scrittrice e femminista militante, appena uscito negli Usa e in Gran Bretagna. Nel saggio “Vagina. A New Biography”  la Wolf scrive che la «vagina è l’anima della donna, la parte d’ingresso al subconscio femminile». La reazione di alcune donne, soprattutto del giornalismo, è stata immediata perché a loro dire si tratta di un testo machista; «un’ode comica all’organo femminile», afferma Michelle Goldberg su Newsweek. E la risposta della diretta interessata non è tardata ad arrivare: «In questo modo non mi sto allontanando dalla tradizione femminista, anzi la sto onorando», ha detto la Wolf. Insomma, la diatriba sembra continuare, favorendo sicuramente la vendita del libro, dato che le continue polemiche stanno incuriosendo i lettori o meglio le lettrici. Anche se Naomi Wolf non ha certo bisogno di grandi pubblicità, perché oltre a essere un’icona del femminismo internazionale è anche un’autrice di successo. Il Mito della Bellezza, con cui ha sfidato l’industria cosmetica, è stato definito dal New York Times uno dei libri più importanti del Ventesimo secolo. Tra le sue pubblicazioni figura “The End of America”, una lettera a un giovane patriota invitato a riabbracciare le aspirazioni e gli ideali dei padri fondatori. I suoi articoli sono stati pubblicati sul Times di Londra, sul The Huffington Post, sul Guardian e sul The Washington Post… e l’elenco dei successi potrebbe continuare…

 m.i.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Naturopata ad indirizzo psicosomatico. Aromaterapeuta. Diplomata in Naturopatia presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica. Lavora sia in gruppo che individualmente con consulenze naturopatiche e sedute di aromaterapia. Giornalista pubblicista. Scrive di benessere, aromaterapia, motivazione al femminile, LifeStyle. Ama la Cultura, in particolare il cinema. Lettrice vorace. Si è laureata in Lettere nel 2005 presso la Seconda Università di Roma con il massimo dei voti.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI