Di tutto un po'

FIAT, PRANDELLI ALLO STABILIMENTO DI POMIGLIANO

Lorenzo Sistino vicino ad una Panda 4X4 insieme al CT Azzurro Cesare Prandelli

Un caloroso incontro con i dipendenti dello stabilimento e il pranzo nella mensa aziendale hanno caratterizzato la visita del Commissario tecnico della Nazionale Italiana Cesare Prandelli allo stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco: la presenza di Prandelli ha voluto testimoniare – insieme al rapporto che lega la Nazionale alla Fiat, Top sponsor degli Azzurri – l’apprezzamento e la considerazione per un prodotto italiano di eccellenza, come la Nuova Panda, che viene assemblata nello stabilimento campano.

Insieme ai dirigenti della Casa automobilistica presenti ieri mattina il  Commercial Operations della region Emea e membro del Group Executive Council del Gruppo Fiat, Lorenzo Sistino, e l’Amministratore Delegato di FIP Pomigliano, Sebastiano Garofalo- Prandelli ha avuto anche l’opportunità, sulla pista interna, di provare la Panda 4×4 in sua dotazione nell’ambito degli accordi commerciali tra Fiat e FIGC.

Durante la visita alla linea di produzione, Prandelli ha incontrato i dipendenti  dello stabilimento che lo hanno accolto con applausi e strette di mano; ha firmato uno striscione ricordo e ha ricevuto un sincero incoraggiamento nel lavoro che sta svolgendo con gli Azzurri. La visita si è conclusa in mensa dove Prandelli ha pranzato insieme a tutto il personale Fiat.

close

Salve, sono Maria Ianniciello. Grazie per aver letto l'articolo. Se ti è piaciuto il sito e il pezzo, iscriviti alla mia newsletter settimanale. Riceverai ogni lunedi una mail con gli articoli e i nuovi episodi del podcast, contenuti inediti, buoni sconto su libri e tanto altro!

Commenti

commenti

Salve, mi chiamo Maria Ianniciello. Cultura & Culture è un blog indipendente. Redigere articoli ed editare podcast di qualità richiede tempo e concentrazione. DONA ORA affinché io possa creare contenuti migliori. Grazie mille!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares