Come cambia la comunicazione in Italia? Ce lo dice il Censis

iPhone 4SGli under 30 italiani preferiscono il web per informarsi, in particolare Google (65,2%), Facebook (71%) e YouTube (52,7%), usano lo smartphone (66,1%) e scaricano le app sul cellulare o sul tablet (60,9 per cento). Questo è quanto emerge dall’undicesimo Rapporto sulla Comunicazione, stilato dal Censis. Nell’indagine si evince che, mentre i giovani si connettono a Internet quasi quotidianamente, gli anziani preferiscono la Televisione, guardata complessivamente dal 97,4% degli italiani. In aumento l’ascolto della radio, soprattutto su smartphone, e continuano a crescere la web tv e la mobile tv, registrando rispettivamente tra gli under 30 il 49,4% e l’8,3 per cento. Cresce la Televisione satellitare (+8,7%). I social network sono usati dal 63,5% della popolazione, con un’impennata tra i giovani (90,4%). Buone notizie per libri che registrano, rispetto al 2012, un +2,4% di lettori su un totale che supera il 52,%. Percentuale che sale per gli e-book al 2,5% (il totale ammonta al 5,2%). Sempre più in difficoltà la carta stampata: i quotidiani sono in calo del 2%  su un’utenza complessiva del 43,5%.

Il Rapporto del Censis spiega anche com’è cambiata la comunicazione aziendale in Italia. Le aziende, oltre a investire nella pubblicità standard, hanno un portale aziendale e sono presenti sui social network. Il 36,6 per cento degli italiani, che hanno accesso a internet, è entrato in contatto con l’azienda. La maggioranza lo ha fatto tramite il sito aziendale (19,9%), seguono l’email nonché le pagine facebook ufficiali e dei fan. Fungono da mezzi di informazione sui prodotti i video tutorial caricati su Youtube e i Blog.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI