Salute e Stili di Vita

SULLA PELLE, NELLA PELLE, DALLA PELLE: I PROFUMI DI FIORELLA FERRUZZI

Fiorella Ferruzzi è una donna tenace e dinamica, che ha molto da raccontare e da trasmettere anche grazie alla sua lunga e intensa carriera nel mondo della comunicazione. Fiorella infatti ha lavorato per Rai e Mediaset, per Testate cartacee, come Altair, Nuova Sardegna, L’Isola, La Nuova Vercelli, L’Europeo, Mystfest, Sardinews, e per importanti uffici stampa. Fiorella è autrice anche di due libri di poesie: nel 2005 Prima che passi la poesia (Cuec, collana Fuori margine), vincitrice del premio internazionale Alghero donna 2006, e successivamente Ancora la vita (Cec, 2008).

«Sono sempre stata una persona curiosa e mediante il giornalismo ho potuto esprimere questa mia peculiarità», afferma con voce calda e incisiva. «E pensare che studiavo veterinaria… poi mi resi conto che dovevo assecondare la mia vera natura!», esclama.

Fiorella oggi è una creatrice di profumi e una comunicatrice olfattiva, ma non è un “naso”. Si dedica infatti con passione alla creazione di profumi personalizzati, esclusivi e naturali. «Cerco di cucire addosso alla persona una veste olfattiva che la integra, la esalta e insieme la rispetta valorizzandola, permettendole di indossare un capo essenziale. Sulla pelle, nella pelle, dalla pelle», spiega facendo trapelare tutta la passione per un lavoro che è insito nel suo Dna.

«Da bambina ho vissuto in Sardegna, in mezzo alla natura, sviluppando così ancor di più l’olfatto, un senso che trascuriamo molto ma che invece ha permesso all’uomo di diventare quello che è oggi. L’olfatto, che affonda le proprie radici nel cervello rettile, ci mette in contatto con la nostra spiritualità, in quanto la memoria degli odori non è mediata dalla ragione – afferma -. La vista e l’udito sono più elaborati e recenti». Nei discorsi di Fiorella i riferimenti alla Sardegna, terra delle origini, sono evidenti anche quando le chiedo della sua creatura: Orgìa.

«Orgìa è un profumo nato in Sardegna – racconta -. In questi ultimi anni i sardi hanno riscoperto le essenze distillate dalle piante della favolosa macchia mediterranea. La distillazione a vapore era conosciuta già in epoca romana, ma purtroppo l’isola da sempre è stata saccheggiata; quindi tonnellate di piante per la distillazione e la creazione di profumi hanno preso altre vie, in differenti Paesi – spiega -. La Francia per prima, ma anche il lontano Giappone. In questo momento nella regione si distillano Elicriso, Rosmarino, Salvia, Cisto, Lentischio, Mirto e persino la Lavanda. Esistono realtà imprenditoriali nel settore cosmetico che impiegano le essenze nella composizione di creme, saponi, bagno schiuma». Orgìa, che era il nome di una dea, protettrice delle fonti d’acqua prenuragiche, si sviluppa olfattivamente intorno alle note fresche e profonde della macchia mediterranea sarda, vestita dalla sensualità di muschi, legni e resine con essenze fiorite e agrumate. Il profumo è composto da Elicriso, Mirto e Cisto ed è addolcito dalle note di Caprifoglio e Lavanda.

Ma come si fa a creare o a scegliere, nel caso dell’acquirente, un profumo che rispecchi appieno la personalità di chi lo indossa?

Dai più fioriti come Rosa, Gelsomino, Ylang Ylang, a quelli speziati come Zenzero e Cannella. Dagli agrumati come Mandarino, Arancia, Bergamotto ai legni, come il Cedro, il Copahu, il legno di Quercia, passando attraverso l’Incenso, le resine come il Benzoino fino alle Alghe marine. Solo per citarne alcuni. Tutto un mondo olfattivo si schiuderà sotto il naso di chi vuole farsi fare il “suo”profumo. E in base alla “sua” scelta verrà creato il mix giusto che ne rispecchia il gusto e la personalità. La ricetta sarà solo “sua” e di nessuna altro e porterà il “suo” nome. Il profumo ottenuto solo con gli oli essenziali naturali poi è qualcosa di profondamente diverso dai profumi, pur meravigliosi, che l’industria profumiera ci propone. Il profumo naturale è una profumoterapia, quanto di più vicino all’aromaterapia si possa concepire. Entra nel respiro, nei polmoni, con molecole che vanno a sanare anima e corpo. Dalla pelle, che esalta gli accordi profumati, le molecole entrano nella microcircolazione sanguigna apportando benessere. Non ci sono fragranze o fissatori chimici che possano dare allergia e alterare i processi metabolici del corpo. Ogni essere umano è unico e irripetibile, ognuno si distingue per le proprie caratteristiche psicofisiche e, ancor di più, per il suo odore unico. La comunicazione olfattiva è istantanea, immediata e ancor prima che la ragione intervenga, abbiamo già analizzato chi ci sta davanti sulla base del suo odore. Ci arriva dal cervello rettile, il più antico, questa capacità innata di confrontarci con l’odore. E sull’onda degli odori la nostra memoria ci riporta indietro nel tempo a ricordi che credevamo perduti. Il mondo della profumeria offre migliaia di profumi già confezionati, ma nessuno potrà essere davvero nostro. Solo un’essenza costruita sulla nostra persona, come un abito, appunto, potrà vestirci delle note profumate scelte una per una insieme a chi sa creare la preziosa alchimia per diventare davvero il nostro profumo, espressione del nostro sé, unico e irripetibile.

Per info: https://www.facebook.com/fiorellaferruzzicreailtuoprofumo

Maria Ianniciello

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

shares