Salute e Stili di Vita

miart 2013, quando il contemporaneo guarda al passato

Discovering miart 2013 / EMERGENT / Loredana Sperini, Untitled, 2012, Wax, cement, each 30 x 21 x 4,5 cm ( 11,8 x 8,3 x 1,8 inch ), Courtesy of the artist and Freymond-Guth Fine Arts http://www.miart.it/en/exhibitors
Discovering miart 2013 / EMERGENT / Loredana Sperini, Untitled, 2012, Wax, cement, each 30 x 21 x 4,5 cm ( 11,8 x 8,3 x 1,8 inch ), Courtesy of the artist and Freymond-Guth Fine Arts http://www.miart.it/en/exhibitors

Quando si organizza un evento, beni e servizi non sono più sufficienti, poiché la società contemporanea è alla ricerca di nuove esperienze che possano arricchire il bagaglio culturale dell’individuo che vive nella collettività e quindi inquadra la realtà mediante esperimenti sensoriali, basati essenzialmente sulla vista. E infatti ci sarà da vedere tanto a miart 2013, la fiera che si svolgerà a Milano dal 5 al 7 aprile, presso Fieramilanocity, dalle 12 alle 20, con eccezione del 7 aprile, giorno in cui l’apertura sarà anticipata alle 10, per via di Domenica a Spasso. Il 4 aprile vernissage e preview sono su invito. Lungo il percorso espositivo arte contemporanea e moderna dialogano, creando un processo dialettico intenso volto a indagare sulla continuità tra passato e presente. Le esposizioni saranno quattro

  • Established – Sezione che riunisce gallerie operanti da anni nella promozione dell’ arte moderna e contemporanea;
  • Emergent – Sezione riservata alle giovani gallerie d’avanguardia, con una riconosciuta attività di ricerca artistica sperimentale;
  • THENnow – Sezione a invito nella quale si confrontano un artista storico e uno appartenente a una generazione più recente;
  • Object – Sezione che presenta gallerie attive nella promozione di oggetti di design contemporaneo concepiti in edizione limitata e fruiti come opere d’arte;
Discovering miart 2013 OBJECT SAMUEL BENSHALOM, Mad-Cow Armchair : Talents Design, Tel Aviv http-::www.miart.it:en:exhibitors #miart2013
Discovering-miart-2013-OBJECT-SAMUEL-BENSHALOM-Mad-Cow-Armchair-Talents-Design-Tel-Aviv-http-www.miart_.itenexhibitors-miart2013.jpg

Le novità – Molti gli eventi in programma. Tra questi concentriamo l’attenzione su Liberi tutti, un piccolo festival di arte dal vivo che animerà le serate della fiera d’arte contemporanea di Milano. Tutte le sere dal 3 al 6 aprile, dalle 22 alle 24, artisti internazionali metteranno in scena performance, concerti, intermezzi e pièce teatrali nell’affascinante cornice del Teatro Arsenale, luogo di emblematici avvenimenti nella vita spirituale e artistica della città dal XII secolo a oggi. Liberi tutti è un progetto ideato e prodotto dalla Fondazione Nicola Trussardi e miart, ideato nell’ambito di miart 2013.

 

Per il programma dettagliato clicca qui: http://www.miart.it/programma

 

 

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares