Salute e Stili di Vita

Access Consciousness, i Bars cosa sono e come funzionano

 

Si parla tanto di tecniche olistiche per ritrovare calma e benessere. Ma che cos’è Access Consciousness? E cosa sono i Bars? Risponde a queste e ad altre domande Manola Proietti, Facilitatore Bars. «Si tratta – ci dice – di un insieme di strumenti e processi verbali, progettati per avere più consapevolezza». In particolare i Bars sono la prima classe di Access. «Ci sono trentadue barre di energia che scorrono attraverso ed intorno alla testa: ci sono barre per la guarigione, per la creatività… per il sesso. Solo per citarne alcune», afferma Proietti.

Access Consciousness Bars width=

«I Bars immagazzinano tutti i componenti elettromagnetici di ogni pensiero, idea, credenza, considerazione che hai avuto su ogni cosa. Toccando questi punti sulla testa, la carica elettromagnetica viene sciolta e le barriere energetiche si dissolvono…hai più spazi per creare qualcosa di nuovo con strumenti molto più aggiornati». Cosa significa nella pratica e quali sono gli effetti di Access Consciousness, metodo creato in California da Gary Douglas circa venti anni fa? «I Bars agiscono in modo non cognitivo. Li ricevi quando sei pronto. Non ci sono effetti collaterali. Durante una seduta puoi dormire, parlare, stare in silenzio. La persona è distesa sul lettino e nel peggiore dei casi si è regalata un momento di serenità».

Manola Proietti ci spiega, inoltre, che i Bars si possono imparare partecipando ad una classe di un giorno, alla fine del quale si riceve un attestato. Non c’è bisogno di prerequisiti. «Mediante i Bars, dunque, si può accedere alla consapevolezza; è un modo diverso e formidabile di far funzionare le cose nella naturalezza, nella gioia e nella pace», conclude.

Il nostro voto
Vota anche tu il film (se lo hai visto)
[Total: 0 Average: 0]
close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta