culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Non solo film

MONICA GUERRITORE E` ORIANA FALLACI

Un momento dello spettacolo
Un momento dello spettacolo

La più importante giornalista italiana del XX secolo ricordata da una delle principali interpreti del Cinema e del Teatro italiano. Oriana Fallaci e Monica Guerritore un binomio di grande spessore condensato in “…Mi chiedete di parlare”, pièce teatrale scritta e diretta dalla Guerritore che andrà in scena in prima nazionale, mercoledì 27 febbraio alle 21, per l’ultimo appuntamento del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino con il Teatro Civile.

Monica Guerritore vestirà i panni di Oriana Fallaci ormai “relegata” nel suo mondo americano, ripercorrendo proprio gli ultimi anni di vita newyorkese della firma femminile più prestigiosa, conosciuta e riconosciuta del Corriere della Sera in tutto il mondo.

«Una donna non muore se da un’altra parte, un’altra donna riprende il suo respiro», dice Helene Cixous, una delle più importanti attiviste francesi per i diritti della donna. Monica Guerritore fa suo questo concetto per riprendere il respiro di Oriana, per capire, tutelare e far conoscere il mito Fallaci anche a quelle generazioni che non hanno avuto la fortuna di leggere in presa diretta le sue cronache dal mondo.

L’attrice entra come avrebbe fatto la stessa Fallaci in una stanza di Manhattan. La camera che da mesi accoglie la giornalista del Corsera. E’ scostando quel tappeto fatto di cicche di sigarette e disordine che la Guerritore inizierà a comprendere e a far comprendere a pieno al pubblico la controversa e mitica figura della giornalista italiana più amata e più odiata di sempre.

 

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares