culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Non solo film

Film belli da vedere: ecco come trovarli

Ci sono film belli da vedere, pellicole che danno valore alla nostra vita e che la cambiano in meglio. Ma come trovarli?

I film belli da vedere? Non sono anestetizzanti

Suddivido i film in anestizzanti e di valore. I primi ci annichiliscono con l’intento di conservare lo status quo; pensate all’anestesia. Cosa accade quando siamo sotto effetto di un anestico? Perdiamo la sensibilità e il contatto sia con il mondo esterno che con noi stessi. Ebbene, questi film sono proprio come un’anestesia perché ci privano della consapevolezza.

film belli da vedere
© Anatoly Maslennikov – Fotolia.com

E poi ci sono opere cinematografiche che aggiungono valore alla nostra vita. Possono essere commedie o anche drammi. Poco importa! Resta il fatto che ci infondono sentimenti nobili e alimentano il nostro senso civico. Pensate ai film di Totò? Sono oggi una pietra miliare della settima arte perché raccontano un mondo che non c’è più ma che comunque resta impresso nel nostro inconscio collettivo di italiani condizionando le nostre scelte. I film belli da vedere sono proprio così: ci fanno evolvere abbattendo un muro di convizioni limitanti che ci rendono incapaci ed inerti. A tal proposito mi viene in mente un attore quale era Robin Williams che scelse ruoli in film dal grande impatto emotivo che abbattevano le convizioni limitanti per allargare lo sguardo.

In verità noi siamo come navigatori erranti, un po’ come Truman del The Truman Show e abbiamo tanto da scoprire. I film ci insegnano dunque a vargare la soglia, ad oltrepassare la zona di confort dandoci il coraggio che serve e la consapevolezza per cercare quell’energia che a volte può mancare. E allora quando cerchi un film bello da vedere, poniti sempre questa domanda: questa opera dà valore alla mia vita? Puoi chiedertelo anche mentre lo stai guardando. Hai il potere di scegliere il tipo di intrattenimento più idoneo alla tua evoluzione. A te la scelta…

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares