Libri: recensioni & interviste

Teatro e artigianato: le macchine sceniche di Minestrella

culturaeculture.it è un blog indipendente. Offrici un caffè. Grazie.

artes-mechanicaeIl teatro e l’artigianato entrano in simbiosi nella mostra “Artes Mechanicae”, dedicata alle “macchine sceniche” del maestro Luciano Minestrella, che sarà allestita a Roma nella Casa dei Teatri (Villa Doria Pamphilj-Villino Corsini) dal 27 giugno 2013 sino al 6 ottobre 2013. Il visitatore attraverserà un percorso conoscitivo costituito da nuove macchine teatrali straordinarie realizzate in scala e create attraverso il lavoro del dettaglio e della limatura. L’artigianato in questa rassegna diventa arte della falegnameria. La mostra – promossa da Roma Capitale, da Biblioteche di Roma e da Teatro di Roma, in collaborazione con Zètema Progetto Cultura – è a cura di Luciano Minestrella e Vera Soledad Minestrella de La Mirabilis Teatro Societas. Il taglio del nastro, come anticipato, è in programma per giovedì  alle 12; insieme all’artista Luciano Minestrella interverranno Pino Di Buduo, regista, Roberto Gandini, regista, Vera Soledad Minestrella, co-curatrice della mostra.

Il percorso espositivo –  Nella prima stanza c’è la grande macchina scenica dell’Ippogrifo, che invita il pubblico a salire idealmente sul suo carro per intraprendere il viaggio. La seconda stanza è il luogo della ricerca storica, della scoperta, delle radici e delle tracce delle Artes Mechanicae. Tre modelli di macchine sceniche progettate e realizzate nel Quattrocento a Firenze testimoniano il genio di grandi menti quali Filippo Brunelleschi e Filippo D’Angelo detto il Cecca, la capacità costruttiva delle botteghe artigianali e la forza narrativa degli ingegni creati. A fare da ponte tra il passato rinascimentale e il tempo attuale c’è il modello della macchina scenica per il racconto della Natività, progettata e realizzata nel 1995 da Luciano Minestrella. Nella terza stanza il modello della macchina scenica Contaminazioni propone una Nike di Samotracia a grandezza naturale mentre in quello di Riah Azpar campeggia un David di Donatello che sovrasta una porzione di deserto in miniatura. L’Uomo Vitruviano dentro un quadrato immerso in un grande cerchio campeggia nella quarta stanza. Ai suoi piedi il modello della macchina scenica Sine Tempore. Due piccole macchine fanno all’immagine leonardesca da cornice: Uccello, un omaggio allo studio di Leonardo sul volo degli uccelli e La lampada, frutto di una ricerca sulla illuminazione per spettacoli. Nell’ultima stanza si entra in una bottega artigiana sospesa tra il passato e il presente. Oggetti, progetti, strumenti di lavoro fissati come in una foto per indurre il visitatore a mettersi in gioco e sentire il bisogno e il piacere di divenire lui stesso progettista e costruttore… dei propri sogni.

 

Eventi collaterali a settembre

Laboratorio per bambini delle scuole elementari (età: 6-10 anni)

All’interno di contenitori di legno elaborazione con carta, legno, corde di elementi presenti nel nostro cielo quali nuvole, pianeti, sole, luna… in movimento.

sabato 14 settembre 2013 – ore 14.00 / 18.00

(pausa merenda al sacco ore 16.00 / 16.30)

Numero partecipanti: 20

Laboratorio per ragazzi delle scuole medie (età:11-13 anni)

All’interno di contenitori di legno elaborazione di figure mitologiche quali Apollo e il suo carro, Giove ed Europa… in movimento nel cielo popolato di nuvole, pianeti, sole, luna.

sabato 21 settembre 2013 – ore 14.00 / 18.00

(pausa merenda al sacco ore 16.00 / 16.30)

domenica 22 settembre 2013 – ore 10.30 / 12.30

Numero partecipanti: 20

Laboratorio per ragazzi delle scuole superiori e oltre (età: 14-25 anni)

Lavoro intorno all’Ippogrifo per la realizzazione di macchina scenica.

Dell’Orlando Furioso vengono proposti quei passi in cui si fa menzione di questo personaggio mitologico.

venerdì 27 settembre 2013 – ore 15.00 / 17.30

sabato 28 settembre 2013 – ore 15.00 / 17.30

domenica 29 settembre 2013 – ore 11.00 / 13.00 e 14.00 / 17.00

Numero partecipanti: 15

Tutti i laboratori sono gratuiti e aperti a tutti con prenotazione obbligatoria all’indirizzo [email protected]

 

Info aggiuntive mostra

Mostra fino al 6 ottobre 2013

Chiusa il 29 giugno e dal 5 al 26 agosto 2013

 

Tel. 060608 – 06.45460693

www.casadeiteatri.culturaroma.it

Ingresso libero

 

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Redazione

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: [email protected]

Lascia un commento