Libri: recensioni & interviste

Roma, da mercoledì una mostra su Graziolina Rotunno

culturaeculture.it è un blog indipendente. Offrici un caffè. Grazie.

Graziolina RotunnoSi inaugura martedì 16 aprile alle 18 la mostra “Pane e vino”, un percorso alla scoperta di trenta opere dell’artista Graziolina Rotunno. Sede dell’esposizione la Casa del Cinema di Roma, che fino al 5 maggio accoglierà le immagini di campagne, paesaggi emiliani e toscani del secondo dopoguerra e gli orizzonti sconfinati visti dall’alto realizzati proprio dall’artista di origini modenesi. Tele, queste, che lasciano trasparire un’evidente influenza cinematografica.

«Per avvicinarsi alla pittura di Graziolina Càmpori Rotunno – spiegano gli organizzatori della mostra – sono importanti alcune date e alcuni luoghi. Il primo luogo è la bassa padana, dove Graziolina, nata a Modena nel 1932, trascorre i suoi primi vent’anni. Poi c’è la Toscana, infine Roma. Solo a Roma, dopo il 1960, ha inizio la pittura, ma non è certo la capitale a interessare come soggetto la pittrice ai suoi inizi».

Il mondo che viene evocato fin dalle prime opere è quello dell’infanzia, fatta di orizzonti sconfinati della pianura padana, di filari di gelsi, olmi, campi arati, grano e granoturco, «e poi uomini e animali – continuano – legati alla terra fino a diventare elementi di un paesaggio che a sua volta è intimamente trasformato dall’uomo, fino a diventarne un’estensione. La memoria rievoca le infinite operazioni del lavoro dei campi e anche i momenti di intimità e di riposo, le grandi tavole rotonde sulle quali si dispongono il vino e i pani ferraresi o intorno alle quali tutti lavorano per fabbricare tortellini e tortelli».

La mostra è aperta dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19, mentre il sabato e la domenica dalle 11 alle 19.

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Commenta