Libri: recensioni & interviste

Quanti benefìci in un bacio…

culturaeculture.it è un blog indipendente. Offrici un caffè. Grazie.

il bacioUn giovane in abiti medioevali stringe una ragazza tra le braccia, baciandola appassionatamente. Il Bacio di Francesco Hayez (nella foto) è l’immagine che meglio raffigura il Romanticismo, perché è stato realizzato nel 1858, in pieno Risorgimento Italiano. Il giovane forse sta per partire per una guerra e quel bacio è il simbolo di un addio? Si stanno incontrando in segreto tra le mura di un palazzo? L’immaginazione potrebbe aggiungere aneddoti e fatti, rendendo la scena ancora più romantica, magari commovente. Il dipinto insomma lascia spazio alla fantasia e forse per questo è stato ripreso da registi e addirittura da note aziende dolciarie.

Ma cosa si nasconde dietro un bacio? Perché l’essere umano ha l’esigenza di baciarsi? L’amore muove il sole e le altre stelle, avrebbe detto Dante. E infatti il motore della vita è proprio questo profondo sentimento che può essere passionale o amichevole, come quello che si prova per una persona cara. L’amore ha insomma mille volti che si manifestano però in un unico modo: mediante il bacio, il quale a sua volta si può dare in diversi modi, a seconda delle culture. E proprio per rendere omaggio a questo semplice gesto, ogni anno ricorre dal 1990 il 6 luglio la Giornata Mondiale del Bacio, una festività che bisogna assolutamente celebrare. Il bacio infatti, come hanno dimostrato recenti studi, rende più ottimisti, riduce i livelli di cortisolo, abbassando lo stress, aumenta le difese immunitarie, può aiutare a prevenire diverse patologie, come il cancro, protegge i denti,  rende la pelle più tonica e luminosa, perché quando si compie questo gesto vengono sollecitati molti muscoli facciali, e ci aiuta a mantenere  la linea. Con un bacio si consumano infatti 12 calorie. E allora cosa state aspettando? Baciatevi!

Maria Ianniciello

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta