Milano: grandi mostre in vista di Expo 2015

ChagallGustav Klimt, Marc Chagall e Vincent Van Gogh. E poi ancora Giotto, Leonardo da Vinci e Bernardino Luini, senza tralasciare altri grandi nomi come Giovanni Segantini, Alberto Giacometti, Piero Manzoni e Lucio Fontana. Milano inizia a prepararsi all’Expo del prossimo anno e per farlo investe nella cultura. È stato presentato da poco, infatti, il programma di mostre che accompagnerà la città per tutto il 2014 e per il 2015: un susseguirsi di nomi di punta che condurranno la metropoli lombarda verso l’evento più atteso, la grande esposizione. Saranno tre, nello specifico, i principali filoni tematici che caratterizzeranno questi due anni e che stando alle dichiarazioni dell’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, saranno fortemente connessi alla città com’è oggi e alla sua storia.

van goghSi partirà, quindi, con la “Primavera di Milano”, un contenitore di iniziative dedicate a quegli artisti «che hanno reso grande – spiega l’assessore – la nostra città grazie al loro contributo in termini di creatività e di crescita artistica e culturale». Tra loro spiccano, ovviamente, nomi come quello di Piero Manzoni, di Bernardino Luini o e di Bruno Munari. Seguirà, poi, l’autunno, quando in concomitanza con il tanto dibattuto semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea Milano darà il via a un nuovo filone tematico: si tratta di “Milano cuore d’Europa”, una serie di tributi ad artisti che hanno saputo farsi portavoce della molteplice identità europea. Terzo e ultimo filone, infine, quello completamente dedicato alla grande esposizione e intitolato “Expo in città 2015”, un palinsesto culturale che stando alle indiscrezioni dovrebbe proporre esposizioni destinate al pubblico internazionale e animare la città durante i sei mesi di Expo.

klimtANTICIPAZIONI SULLE MOSTRE – Tra le esposizioni più importanti che si terranno a Milano a partire dal prossimo mese, segnaliamo innanzitutto la mostra “Klimt. Alle origini di un mito”, che sarà inaugurata presso Palazzo Reale il 12 marzo e sarà visitabile sino al 13 luglio 2014. Realizzata in collaborazione con il Museo Belvedere di Vienna e curata da Alfred Weidinger, l’esposizione raccoglierà a Milano alcune delle più note opere del pittore della Secessione, tra cui anche Adamo ed Eva e Giuditta II. Si aprirà sempre a marzo anche la mostra “PIERO MANZONI 1933-1963” (dal 26 marzo al 2 giugno 2014, Palazzo Reale) , mentre bisognerà aspettare aprile per “BERNARDINO LUINI E I SUOI FIGLI”. In programma per settembre, poi, altri grandi nomi, tra cui Segantini in “Segantini. Il ritorno a Milano” (dal 18 settembre 2014 al 18 gennaio 2015) e Chagall in “MARC CHAGALL. UNA RETROSPETTIVA 1908-1985”, prima grande mostra dedicata al pittore russo. A ottobre sarà la volta, poi, di “Van Gogh. L’uomo, la terra, il lavoro”, sempre a Palazzo Reale, di “Lucio Fontana e Yves Klein”, al Museo del Novecento, e di Alberto Giacometti, alla Galleria d’Arte Moderna.

L’intero programma degli eventi è disponibile sul sito del Comune di Milano

 

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Valentina Sala

Valentina Sala

Giornalista pubblicista. Tra i suoi campi di interesse soprattutto viaggi e cultura. Dopo una laurea di primo livello in Scienze della Comunicazione consegue la specialistica in Editoria con il massimo dei voti e con una tesi sul rapporto tra letterati e città, ricostruendo la Parigi di Émile Zola e la Vienna di Joseph Roth. Collabora con più giornali e riviste e affianca alla professione giornalistica quella di insegnante di Psicologia della Comunicazione. Tra le sue passioni i romanzi capaci di raccontare un luogo e un’epoca, i film di François Truffaut, il buon cibo, le città europee e, soprattutto, il viaggio inteso come modo per scoprire e confrontarsi con realtà diverse.

Lascia un commento