Libri: recensioni & interviste

Mano… mano morta: a Pietrasanta gli scatti di Giannarelli

Mostra mano...mano mortaMani grandi, mani di donna, mani di nonna, mani di bambino: mani che non mentono. Attraverso le esperienze sensoriali del tatto, l’uomo ha imparato a relazionarsi con il proprio ambiente, facendo delle mani uno strumento conoscitivo. Ed è proprio questa preziosa parte del corpo umano a essere il fulcro della mostra “Mano… mano morta – La mano, l’uomo, la storia” allestita presso il Palazzo Panichi di Pietrasanta, in provincia di Lucca, dal 26 ottobre 2013 all’8 dicembre 2013. Il percorso espositivo comprende quaranta immagini realizzate dal fotografo Giovanni Giannarelli che raffigurano mani di persone nel loro approccio alla conoscenza, in un momento in cui, a causa dello sviluppo della tecnologia, si stanno semplificando le operazioni della mano. Ma se la mano è morta cosa ne sarà della mente che attraverso i sensi apprende?

foto [6]

 

Il percorso espositivo, ideato da Giannarelli e dal neuroriabilitatore, Carlo Perfetti, partendo proprio dal precente interrogativo, dà una nuova dimensione alle mani mediante la Cultura, l’Arte, la Natura. Il visitatore potrà ammirare le mani di musicisti, attori e ballerini, ma anche foto di mani a contatto con i frutti della terra e nelle cave di marmo. L’esposizione si aprirà con una tavola rotonda in programma per il 26 ottobre, nel corso della quale interverranno il primo cittadino di Pietrasanta, Domenico Lombardi, l’architetto Marco Ferreri, Giovanni Giannarelli, Carlo Perfetti, il riabilitatore Aldo Pieroni e Alessandro Volpi, storico e sindaco di Massa.

foto [1]

Orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19; sabato, domenica e festivi 10-13 e 16-19.30.

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta

shares