Libri: recensioni & interviste

Mano… mano morta: a Pietrasanta gli scatti di Giannarelli

Mostra mano...mano mortaMani grandi, mani di donna, mani di nonna, mani di bambino: mani che non mentono. Attraverso le esperienze sensoriali del tatto, l’uomo ha imparato a relazionarsi con il proprio ambiente, facendo delle mani uno strumento conoscitivo. Ed è proprio questa preziosa parte del corpo umano a essere il fulcro della mostra “Mano… mano morta – La mano, l’uomo, la storia” allestita presso il Palazzo Panichi di Pietrasanta, in provincia di Lucca, dal 26 ottobre 2013 all’8 dicembre 2013. Il percorso espositivo comprende quaranta immagini realizzate dal fotografo Giovanni Giannarelli che raffigurano mani di persone nel loro approccio alla conoscenza, in un momento in cui, a causa dello sviluppo della tecnologia, si stanno semplificando le operazioni della mano. Ma se la mano è morta cosa ne sarà della mente che attraverso i sensi apprende?

foto [6]

 

Il percorso espositivo, ideato da Giannarelli e dal neuroriabilitatore, Carlo Perfetti, partendo proprio dal precente interrogativo, dà una nuova dimensione alle mani mediante la Cultura, l’Arte, la Natura. Il visitatore potrà ammirare le mani di musicisti, attori e ballerini, ma anche foto di mani a contatto con i frutti della terra e nelle cave di marmo. L’esposizione si aprirà con una tavola rotonda in programma per il 26 ottobre, nel corso della quale interverranno il primo cittadino di Pietrasanta, Domenico Lombardi, l’architetto Marco Ferreri, Giovanni Giannarelli, Carlo Perfetti, il riabilitatore Aldo Pieroni e Alessandro Volpi, storico e sindaco di Massa.

foto [1]

Orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19; sabato, domenica e festivi 10-13 e 16-19.30.

close

Salve, sono Maria Ianniciello. Grazie per aver letto l'articolo. Se ti è piaciuto il sito e il pezzo, iscriviti alla mia newsletter settimanale. Riceverai ogni lunedi una mail con gli articoli e i nuovi episodi del podcast, contenuti inediti, buoni sconto su libri e tanto altro!

Commenti

commenti

Salve, mi chiamo Maria Ianniciello. Cultura & Culture è un blog indipendente. Redigere articoli ed editare podcast di qualità richiede tempo e concentrazione. DONA ORA affinché io possa creare contenuti migliori. Grazie mille!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares