culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Libri: recensioni & interviste

Al Sabato Letterario di Castel Baronia (Av) il libro di Gerardo Pepe

Domani sera, 21 aprile 2012, a Castel Baronia (Avellino), presso la Scuola dell’Osso, in Piazza Mancini, alle 17, quarto appuntamento del “Sabato Letterario”, manifestazione ideata e curata da Franca Molinaro in collaborazione con il Comune, il Forum Giovani di Castel Baronia e l’Università Popolare dell’Irpinia (UPI). Il libro proposto è “Francesco è pronto  e sposerà Tina Turner di Gerardo Pepe, Edizioni Il Papavero. L’autore – che è presidente dell’AIPD (associazione italiana persone Down sez di Avellino) – per diversi anni ha curato il Premio letterario Kriterion e ha a suo carico diverse pubblicazioni, tra le quali  un’antologia edita dalla Mondadori. Ora si cimenta in un romanzo  con prefazione d’autore firmata da Ivan Cotroneo. Il libro è stato presentato alla finale del premio Strega 2011, unico autore ed unico editore irpino presente nella rosa dei partecipanti.
Dedicato a tutti i bambini Down mai nati, ci mostra le nuove frontiere e le nuove conquiste di questi ragazzi, ai quali sta stretto il ruolo nel quale per anni sono stati relegati.  Sono previsti gli interventi di Carmine Famiglietti, sindaco del piccolo comune irpino, di Michele Ciasullo, presidente UPI, di Anna Famiglietti del Forum Giovani Castel Baronia, di Linda Mastrominico, assessore alle Integrazioni e Sostegno delle diverse abilità della Provincia di Avellino, di Rosanna Repole, presidente Fondazione Officina Solidale Onlus, e di Gianfranco Pecchinenda, preside della facoltà di Sociologia dell’Università Federico II di Napoli. Modera Franca Molinaro. 

20 aprile 2012 ore 11.05
close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares