Non solo Cinema

Mendrisio e Lugano: tutto pronto per il grande Estival Jazz

estival2Un programma davvero di qualità per festeggiare i 35 anni di Estival Jazz, il festival ticinese diventato uno degli appuntamenti imperdibili per tutti coloro che amano la buona musica. Un evento che da così tante edizioni riesce a portare nelle piazze di Lugano e di Mendrisio artisti internazionali del calibro di Ray Charles, BB King, Van Morrison e Miles Davis, che si sono esibiti in concerti memorabili e rigorosamente gratuiti. Ed è proprio questa, infatti, la mission del festival, ossia riuscire a garantire performance di alto livello, sempre gratuite grazie alla presenza di numerosi sponsor.

È tutto pronto, quindi, anche per l’edizione 2013, che proprio in occasione di una ricorrenza tanto importante, il trentacinquesimo compleanno di Estival, propone un calendario ricco e che come sempre sarà suddiviso in due diversi week-end: il primo si terrà nel Piazzale alla Valle di Mendrisio venerdì 28 e sabato 29 giugno e il secondo è in programma, invece, da giovedì 4 a sabato 6 luglio nel cuore di Lugano, in quella Piazza della Riforma che è diventata simbolo della kermesse. «Per segnare i 35 anni – spiegano i promotori – di questa grande manifestazione, ormai entrata di diritto a fare parte del patrimonio di tutti gli appassionati della musica, l’organizzatore Andreas Wyden e il direttore artistico Jacky Marti hanno voluto dedicare l’edizione 2013 ad alcuni fra i protagonisti che rappresentano quei generi musicali che hanno caratterizzato la storia e la cultura dei nostri tempi. Un evento che alternerà un sapore di fantastico “vintage” a interessanti e gustose scoperte». Scoperte, queste, che coincideranno con l’inaspettata messa in campo di progetti musicali originali, tra i quali anticipiamo già l’incontro tra il jazzista Franco Ambrosetti e Gino Paoli (a Lugano, giovedì 4 luglio) e quello tra l’Orchestra della Svizzera Italiana e la Premiata Forneria Marconi, più conosciuta come PFM (sempre a Lugano, il 5 luglio).

pfmMa al di là di queste prime anticipazioni, vediamo quali saranno, nell’ordine, i nomi che saliranno sui due grandi palchi ticinesi. Partiamo dal fine settimana in arrivo, quando protagonista del festival sarà la piazza di Mendrisio. Un mix di rock, world music e jazz caratterizzerà la prima parte di Estival, che si aprirà venerdì 28 giugno con i Dirotta su Cuba, la band italiana di acid-jazz diventata famosa con il brano “Gelosia”, con il quale hanno vinto il “disco di platino”. Dopo la band italiana, a esibirsi saranno i Jefferson Starship, un nome che mette insieme due diverse formazioni musicali, ossia il gruppo originario e ben noto dei Jefferson Airplane e gli Starship, nati per iniziativa di Paul Kantner (uno dei fondatori dei Jefferson Airplane). A chiudere la serata ci penseranno, poi, i Family Stone, primo gruppo interrazziale e crossover della storia che si è affermato durante il festival di Woodstock come rappresentante della Black Music.

estivalAltri tre i concerti in programma per il sabato sera, quando sarà la volta di Nomfusi, giovane cantante sudafricana, del chitarrista jazz Mike Stern, sul palco insieme al quartetto composto da Victor Wooten, Bob Franceschini e Derico Watson, e, infine, degli Osibisa, band inglese fondata nel 1969 per dare inizio a un’interessante esperimento di World Music. Rythm&Blues, Rock moderno, atmosfere Jazz e Fusion caratterizzeranno, quindi, il concerto di chiusura di Mendrisio.

Occhi puntanti, poi, sul lungo week-end luganese, che sin dalla prima serata promette davvero bene. È in programma per il giovedì sera, infatti, l’atteso appuntamento con il jazzista Franco Ambrosetti e il cantautore genovese Gino Paoli. Un’esibizione che sicuramente non mancherà di incantare ed emozionare il pubblico. Ma se la serata inizia bene, di certo non si possono non citare le esibizioni in programma per il resto del giovedì sera, quando salirà sul palco di Piazza della Riforma un nome che potremmo definire un vero gigante della musica. Si tratta di Steve Winwood, musicista che nel corso della sua carriera ha fatto parte di gruppi leggendari come i Traffic o i Blind Faith.

Nella foto Gino Paoli

Venerdì 5 luglio sarà la volta, poi, dell’altro grande evento, ossia l’incontro tra la PFM e l’Orchestra della Svizzera italiana. Un evento dal titolo “PFM in Classic da Mozart a Celebration” e che vedrà i due rileggere con nuovi arrangiamenti le composizioni di Beethoven, Mozart, Verdi o Rossini, affiancandoli a pezzi che hanno fatto la storia della PFM. A seguire toccherà al pianista, percussionista e compositore portoricano Eddie Palmieri e a Dennis Edwards dei Temptations, icona fra i gruppi americani maschili degli anni Sessanta.

Infine la serata conclusiva, ossia sabato 6 luglio, che porterà a Lugano il cubano Arturo Sandoval, musicista estremamente versatile e capace di spaziare tra le atmosfere latinoamericane e arrangiamenti per orchestra, l’acid jazz dei londinesi Brand New Heavies e Lucky Peterson, chitarrista che in passato ha suonato con artisti come B.B. King.

Una lunga maratona musicale, quindi, il cui programma completo è consultabile sul sito della manifestazione: www.estivaljazz.ch.

 

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Valentina Sala

Giornalista pubblicista. Tra i suoi campi di interesse soprattutto viaggi e cultura. Dopo una laurea di primo livello in Scienze della Comunicazione consegue la specialistica in Editoria con il massimo dei voti e con una tesi sul rapporto tra letterati e città, ricostruendo la Parigi di Émile Zola e la Vienna di Joseph Roth. Collabora con più giornali e riviste e affianca alla professione giornalistica quella di insegnante di Psicologia della Comunicazione. Tra le sue passioni i romanzi capaci di raccontare un luogo e un’epoca, i film di François Truffaut, il buon cibo, le città europee e, soprattutto, il viaggio inteso come modo per scoprire e confrontarsi con realtà diverse.

Commenta

shares