culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Natura

Le proprietà della Betulla: la pianta che combatte la cistite e non solo

Oggi vi parlo delle proprietà della Betulla; si tratta di una pianta dall’alto potere diuretico, particolarmente adatta per prevenire la cistite ed altri problemi dell’apparato urinario. L’ho consigliata a diverse persone con caratteristiche ben precise, perché è pur vero che ciò che è naturale non dà effetti collaterali ma questo non significa che tutte le piante siano sicure, che non inneschino allergie, che non abbiano alcuna controindicazione e che soprattutto si adattino ad ogni tipologia di persona, in ogni periodo dell’anno. La Betulla, il cui nome scientifico è Betula Alba o Betula Verrugosa (c’è in natura anche un’altra specie chiamata Betula Pubescens che però è meno diffusa), appartiene alla famiglia delle Batulacee ed è particolarmente indicata in autunno, proprio per le sue proprietà diuretiche, cioè è usata in naturopatia nel periodo dell’anno in cui abbiamo particolarmente bisogno di lasciar andare le scorie accumulate d’estate. Come in dentro così in fuori; di conseguenza usando la Betulla andiamo a lavorare anche in modo olistico, su tutta la persona, e quindi sulla capacità di lasciar andare ciò che ci disturba psicologicamente. L’apparato urinario, in psicosomatica, per analogia è espressione del mondo delle acque e quindi del femminile.

proprietà Betulla

L’albero della Betulla, che è alto 15-25 metri, è comune in Europa settentrionale e centrale. Dedicata a Santa Brigida nei Paesi del Nord Europa, questa pianta è impiegata per curare molti disagi. Grazie ad un insieme di principi attivi (acido betulinico, betulalbina, olio essenziale, acido nicotinico e acido tannico), che danno origine al Fitocomplesso, la Betulla ha diverse proprietà: come accennato è diuretica, depurativa, antinfiammatoria, ipotensiva e riduce i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. In erboristeria vengono usate le foglie e le gemme dell’albero in caso di sindrome premestruale, ipertensione, vertigini, edemi da insufficienza cardiaca, per migliorare la circolazione venosa e linfatica. E` molto utile per attenuare la cellulite, per stimolare, salvaguardare e curare l’apparato urinario (previene la formazione di calcoli e di renella ma è indicata anche per prevenire la cistite). La Betulla ha anche una lieve azione antinfettiva. Utile anche in caso di stanchezza e difficoltà di concentrazione.

culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Controindicazioni? Sconsigliata in caso di allergia all’aspirina, in allattamento, in gravidanza, se si soffre di ipotensione ed insufficienza renale. Ovviamente non va data ai bambini piccoli perché potrebbe creare allergie. Come usare la Betulla? In commercio esistono diverse opzioni oppure i più esperti ed audaci possono autoprodurre i preparati se vivono alle latitudini dove si trova l’albero. La Betulla si trova sfusa in erboristeria, in questo modo potete realizzare un infuso ma si acquista anche sotto forma di estratto glicerico.

 

Maria Ianniciello, naturopata ad indirizzo psicosomatico e giornalista pubblicista

Per contatti: direttore@culturaeculture.it

Per maggiori info: www.mariaianniciello.it

 

 

Commenti

commenti

culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares