culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Natura

Le bellezze di Roma nella guida multimediale turistica

Il fiume Tevere
Il fiume Tevere

 

Tutto quello che l’Occidente sa lo deve a Roma;  tutto quello che l’umanità (non solo l’Occidente) ha appreso lo deve agli antichi Romani. Passato e presente si confrontano nelle fondamenta della città eterna, dove sono evidenti le tracce di un popolo che sapeva far tesoro degli insegnamenti delle popolazioni più antiche, perfezionando quanto appreso e adattandolo alle esigenze del suo tempo.

Nelle mura di Roma il Paganesimo convide con il Cristianesimo, la religione che cambiò per sempre il volto di questa città.

San Pietro
San Pietro

 

Gli Etruschi rientrano in quei popoli che condizionarono la vita dei Romani. Come testimonia la presenza delle necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, collegate con Roma  attraverso la Stazione di San Pietro, ubicata a settecento metri dal Centro Storico della città, diventato patrimonio dell’Unesco nel 1980, come del resto lo sono Cerveteri e Tarquinia dal 2004.

Per far conoscere ai romani e ai turisti questo immenso patrimonio dell’umanità sarà installato proprio presso la Stazione di San Pietro, che si trova nelle vicinanze del Vaticano, un allestimento multimediale che comprende diociotto pannelli espositivi, un infopoint mutimediale, dove sarà possibile reperire tutte le informazioni turistiche, e un filmato di cinque minuti sulle diverse stratificazioni di Roma. Un video di immagini e parole, intervallate da frasi di scrittori e personaggi che hanno visitato e apprezzato la capitale d’Italia.

«[…] I primi passi della citta sono straordinari. Roma antica madre della res pubblica, del diritto, dell’ingegneria civile, crea le fondamente a ventisette secoli e mezzo di storia che si stratificano, si intrecciano e persistono a futura memoria. La cività nata nella culla del Tevere getta le basi di un modello sociale e urbanistico che influenzerà tutta la cultura occidentale. Il diritto romano, l’organizzazione sociale e politica, la gestione del territorio hanno lasciato una traccia indelebile nella storia dell’umanità […]», recita la voce narrante.  

L’inaugurazione del servizio, che sarà permanente, è prevista per il 30 gennaio alle 12. L’iniziativa è stata ideata da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina, con il contributo del  Ministero dei Beni Culturali e del Turismo (Legge numero 77/2006) e con il supporto di Zètema Progetto Cultura. Hanno collaborato alla realizzazione del progetto la Regione Lazio nonché i Comuni di Tarquinia e Cerveteri.

 

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares