Natura

Le bellezze di Roma nella guida multimediale turistica

Il fiume Tevere
Il fiume Tevere

 

Tutto quello che l’Occidente sa lo deve a Roma;  tutto quello che l’umanità (non solo l’Occidente) ha appreso lo deve agli antichi Romani. Passato e presente si confrontano nelle fondamenta della città eterna, dove sono evidenti le tracce di un popolo che sapeva far tesoro degli insegnamenti delle popolazioni più antiche, perfezionando quanto appreso e adattandolo alle esigenze del suo tempo.

Nelle mura di Roma il Paganesimo convide con il Cristianesimo, la religione che cambiò per sempre il volto di questa città.

San Pietro
San Pietro

 

Gli Etruschi rientrano in quei popoli che condizionarono la vita dei Romani. Come testimonia la presenza delle necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, collegate con Roma  attraverso la Stazione di San Pietro, ubicata a settecento metri dal Centro Storico della città, diventato patrimonio dell’Unesco nel 1980, come del resto lo sono Cerveteri e Tarquinia dal 2004.

Per far conoscere ai romani e ai turisti questo immenso patrimonio dell’umanità sarà installato proprio presso la Stazione di San Pietro, che si trova nelle vicinanze del Vaticano, un allestimento multimediale che comprende diociotto pannelli espositivi, un infopoint mutimediale, dove sarà possibile reperire tutte le informazioni turistiche, e un filmato di cinque minuti sulle diverse stratificazioni di Roma. Un video di immagini e parole, intervallate da frasi di scrittori e personaggi che hanno visitato e apprezzato la capitale d’Italia.

«[…] I primi passi della citta sono straordinari. Roma antica madre della res pubblica, del diritto, dell’ingegneria civile, crea le fondamente a ventisette secoli e mezzo di storia che si stratificano, si intrecciano e persistono a futura memoria. La cività nata nella culla del Tevere getta le basi di un modello sociale e urbanistico che influenzerà tutta la cultura occidentale. Il diritto romano, l’organizzazione sociale e politica, la gestione del territorio hanno lasciato una traccia indelebile nella storia dell’umanità […]», recita la voce narrante.  

L’inaugurazione del servizio, che sarà permanente, è prevista per il 30 gennaio alle 12. L’iniziativa è stata ideata da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina, con il contributo del  Ministero dei Beni Culturali e del Turismo (Legge numero 77/2006) e con il supporto di Zètema Progetto Cultura. Hanno collaborato alla realizzazione del progetto la Regione Lazio nonché i Comuni di Tarquinia e Cerveteri.

 

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta