LiberaMente Donna

I rompiscatole. Storie di dieci piccoli eroi che stanno cambiando il mondo…

Chi sono i rompiscatole lo scoprirete presto perché le storie che sto per raccontarvi riguardano dieci eroi travestiti da ragazzi che hanno trovato coraggio e motivazione per lasciare un segno indelebile e positivo nella vita di altre persone.

Lo so, non si tratta di vicende di donne e LiberaMente Donna è una rubrica al femminile, ne sono consapevole, ma abbiate la pazienza di leggere perché le vicende di questi ragazzi sono al centro di un libro scritto proprio da una donna che svolge alla perfezione il suo mestiere di giornalista, perché sa guardare, ascoltare e narrare molto bene.

Si chiama Vittoria Iacovella e il testo ha un titolo provocatorio ma accattivante: “I rompiscatole. Storie di giovani eroi senza mantello”.

La voglia di sfogliarlo e poi di leggerlo viene guardando la copertina del libro, un volume di 118 pagine con illustrazioni di Lorenzo Santinelli.

i rompiscatole

Si trova nelle librerie, anche online (in basso trovate il link per acquistarlo), dall’11 aprile 2019. Pubblicato dalla casa editrice Risfoglia, nella collana Giovani Mondi, “I rompiscatole. Storie di giovani eroi senza mantello” è patrocinato da UNHCR.

Inutile dirvi che è stato recensito sui migliori giornali, in radio e in Tv perché le storie meritano davvero di essere divulgate.

Vittoria Iacovella scrive dieci monografie di ragazzi che hanno fatto qualcosa di straordinario. E mi viene in mente a tal proposito il film Un sogno per domani, nel quale il protagonista proponeva di uscire dall’ordinarietà per cambiare il mondo con azioni concrete. Cinema a parte, conosciamoli da vicino questi piccoli eroi.

Valerio Catoia è un atleta paraolimpico che non ha esitato a gettarsi in mare per salvare la vita di una bambina di dieci anni che stava annegando.

Syed Hasnain aveva dieci anni quando si trovò su un camion come clandestino. Stava rischiando di soffocare in quel viaggio della speranza, che lo avrebbe condotto in Nord Europa, ma grazie all’ultimo barlume di lucidità riuscì a sfuggire alla morte. Un pizzaiolo italiano lo soccorse per strada, dandogli abiti puliti e del cibo. Syed oggi vive in Italia e fa il mediatore culturale.

Ruby Bridges fu la prima bambina di colore ad essere ammessa nel 1960 nella scuola elementare William Frantz in Louisiana con tutte le conseguenze immaginabili.

Yusra Mardini trascinò a nuoto un barcone che, carico di profughi, fuggiva dalla Siria.

Louis Braille è colui che ha inventato la scrittura Braille per non vedenti. La sua storia è molto affascinante.

Aurora Sirigu a diciassette anni e con un passato tutto da raccontare convince un suo amico a non compiere un gesto estremo su un tetto di un palazzo. Oggi Aurora è Alfiere della Repubblica.

Come potrete notare mancano all’appello altre quattro monografie. Le ho lasciate per ultime non per importanza, dato che ogni biografia del libro merita la stessa attenzione, ma perché le tematiche mi sono molto care. Si tratta di ambiente ed emancipazione femminile, in questo caso di due minorenni. Ecco le storie.

A Monaco di Baviera, in Germania, Felix Finkbeiner ha avuto un’idea geniale e nobile: a soli nove anni nel 2007 ha fondato il movimento Plant for the Planet, che si prefigge l’obiettivo di piantare un milione di alberi in ognuno dei Paesi aderenti. L’intento è quello dare il proprio personale contributo per ridurre il riscaldamento globale.

Boyan Slat è invece un ragazzo olandese che si batte per proteggere gli oceani dalla plastica tanto che nel 2013 ha creato Ocean Cleanup. Il web, quando le iniziative meritano, aiuta molto e di conseguenza in poco tempo raccoglie numerose adesioni. Oggi Ocean Cleanup è arrivato a circa trenta milioni di dollari donati da persone di tutto il mondo.

La penultima storia riguarda Karla Jacinto che a soli dieci anni finisce nel racket della prostituzione minorile messicana. Ne esce vincitrice e oggi è un’attivista contro il traffico di esseri umani.

E poi c’è Hillary Yip, l’imprenditrice più giovane al mondo, che ha fondato un’applicazione per insegnare ai bambini le lingue straniere in modo rapido e con semplicità.

I rompiscatole
Vittoria Iacovella

Come vedete ci sono donne come Vittoria Iacovella che si mettono dalla parte di chi ascolta e, senza alcuna smania da protagonista, divulgano storie che possono essere fonte di ispirazione per altri. Oggi ho voluto scrivere di questa autrice che è una giornalista televisiva molto attenta alle tematiche ambientali (è stata addetto stampa per Greenpeace). Iacovella collabora inoltre con diversi canali televisivi, facendo inchieste e reportage, ed ha vinto il prestigioso Premio Ilaria Alpi. (Maria Ianniciello)

I ROMPISCATOLE, LO TROVI QUI

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

shares