culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Diari,  Migliora la tua vita

Lo scorrere del tempo tra presente e futuro

Oggi più che in passato l’uomo è condizionato dallo scorrere del tempo e molto spesso vive in funzione di esso. Infatti, se da un lato lo sviluppo tecnologico ha migliorato la nostra esistenza in molte cose, dall’altro l’ha peggiorata. Una di questa è la corsa che in particolar modo i giovani fanno contro il tempo. Mentre in passato i nostri antenati vivevano in simbiosi con la natura, con la terra, con i ritmi del pianeta (gran parte della gente, infatti, non possedeva orologi e organizzava la propria vita giorno per giorno), oggi i ritmi e la vita delle persone sono organizzati a dieci, a venti e a trent’anni con paletti e liste di cose da fare, dalle quali difficilmente se ne esce e da cui spesso ci sentiamo imprigionati. Vedete, sicuramente aver in qualche modo creato calendari e orologi ci ha consentito di gestire meglio la nostra vita ma questi sono un mezzo e di conseguenza devono servire a noi e non viceversa.

scorrere-del-tempo-presente-futuro

Viviamo in funzione del tempo che abbiamo a disposizione e siamo diventati dipendenti da qualcosa che nemmeno esiste. In realtà esistono i cicli, il passaggio dalla notte al giorno, le stagioni ma il tempo è una nostra creazione mentale e dire di non avere tempo è pura assurdità perché non si può possedere qualcosa che non esiste. Ci insegnano a stabilire un periodo entro cui fare una certa cosa e questo è un bene nella misura in cui non ci allontana dal vivere quotidiano, dal momento presente. Oggi e solo oggi è quello che conta perché sto vivendo all’interno del mio ciclo vitale; al contrario se mi calo mentalmente nella dimensione del tempo, proiettandomi a domani, a una settimana, a un anno (quindi al futuro), vivo al di fuori del ciclo vitale e allora perdo il contatto con me stesso e con la mia Natura. Pensare sempre a domani è nocivo per il nostro cervello, eppure quanti lo fanno costantemente!

Quanti si sentono tristi perché il tempo passa e non hanno trovato l’amore, non si sono sposati o non hanno un lavoro, non hanno migliorato la loro situazione economica, avrebbero voluto fare diverse cose, visitato molti posti e conosciuto tante persone?! Che cosa centra il tempo? Se nella propria vita si è scontenti per qualcosa, non bisogna mai incolpare il tempo, né essere limitati da esso, finché siamo vivi, possiamo fare tutto. La vita per me è come un viaggio in treno: ci sono molte fermate, momenti in cui il treno viaggia spedito, molti scendono e altrettanti salgono; durante questo percorso noi possiamo sempre decidere cosa fare, quando scendere, con chi viaggiare e soprattutto il modo con cui farlo, non importa quanto lungo o breve sia, la cosa importante è come sarà questo viaggio. Smettiamola di vedere lo scorrere del tempo come un problema, anzi trascuriamolo completamente e concentriamoci solo sulle azioni quotidiane, sul momento presente. Il tempo non è importante, perché – ripeto – esso non esiste, la vita invece sì. Il modo in cui noi stiamo nel mondo è importante… il modo in cui impariamo a conoscerci e a scoprire la nostra natura, il nostro talento nascosto che aspetta di uscire fuori in tutta la sua forza e creatività. Goethe diceva: «Le cose che contano di più non devono essere alla mercé di cose che contano di meno». E che cosa è più importante per noi se non la vita stessa? Perché affannarsi e andare di corsa come se qualcuno o qualcosa ci corresse dietro? Ricordati: la cosa importante è che oggi esisti e non è un fatto scontato! 🙂 Leggi gli altri articoli di Carmine Caso, clicca qui.

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Carmine Caso

Carmine Caso è naturopata diplomato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica e specializzato in Lettura del corpo in Psicosomatica. Esercita in Campania come naturopata e personal coach. Ama il Cinema, l'Arte e la lettura. Su Cultura & Culture gestisce la rubrica/blog "Migliora la tua vita", uno spazio dedicato al miglioramento personale.

Lascia un commento

shares