culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Di tutto un po'

IN SIRIA UN’OPERAZIONE PER L’ACCESSO ALL’ACQUA

© vagabondo – Fotolia.com

«E’ in corso in Siria una grande operazione per garantire l’accesso all’acqua pulita per più di 10milioni di persone – quasi la metà della popolazione». Lo afferma l’Unicef con una nota, in cui si legge che «domenica scorsa i primi quattro camion con 80 tonnellate di forniture di ipoclorito di sodio per trattamenti idrici hanno attraversato il confine dalla Giordania alla Siria, in direzione Homs, Aleppo, Hama e Idleb». Nelle prossime settimane, l’UNICEF, continua la nota, «fornirà mille tonnellate di cloro per le città e le comunità dei 14 governatorati in Siria».

L’operazione avviene in un momento di crescente preoccupazione per l’impatto che 23 mesi di conflitto hanno avuto sulle stazioni in cui viene pompata l’acqua e su altre infrastrutture vitali – e per le implicazioni sulla salute dei bambini. I rapporti dicono che la qualità e la quantità delle risorse idriche continua a deteriorarsi in diverse parti del paese e in alcune zone severamente colpite.

«Questi aiuti sono di fondamentale importanza, perché le forniture di cloro in Siria sono pericolosamente diminuite e l’accesso all’acqua potabile è diventato ormai difficile per molte famiglie – ha detto Abdel-Youssouf Jelil, Rappresentante dell’UNICEF in Siria -. Ciò espone la popolazione – e in particolare i bambini – ad un alto rischio di contrarre diarrea ed altre malattie causate dall’acqua».

L’operazione è condotta in coordinamento con il Dipartimento tecnico del Ministero delle Risorse Idriche e la Mezza Luna Rossa Araba Siriana. Come parte della risposta umanitaria in Siria per i settori acqua, igiene e servizi igienico-sanitari, l’UNICEF sta supportando l’operazione e la manutenzione dei sistemi idrici, attraverso la distribuzione di aiuti e forniture per la clorazione. L’UNICEF, inoltre, continua a lavorare con i suoi partner per migliorare l’accesso ai servizi igienico-sanitari per mezzo milione di persone e fornire kit igienici e di educazione all’igiene per 750mila persone, lanciando un appello per 22,5 milioni di dollari per assicurare – tra gennaio e giugno 2013 – assistenza salva-vita in Siria nei settori dell’acqua e dei servizi igienici. Ricevuti fino ad ora solo 4,8 milioni di dollari».

 

Emergenza Siria, donazioni all’UNICEF tramite

– bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Siria”

– carta di credito online sul sito www-unicef.it, oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000

– bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Siria”

– presso il Comitato UNICEF della tua città (elenco sul sito www.unicef.it).

 

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares