culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Di tutto un po'

CONFAGRICOLTURA: ALTRI INTERVENTI PER IL SETTORE AGRICOLO

© monticellllo Fotolia.com

«Con il decreto legge sullo Sviluppo si mettono in moto alcuni importanti processi di modernizzazione del sistema economico, che vanno nell’ottica dell’innovazione e della semplificazione». Così il presidente di Confagricoltura Mario Guidi commenta il provvedimento “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”, approvato ieri dal Consiglio dei Ministri.

 «Attendiamo ora – dice Guidi – una rapida approvazione del decreto, ma soprattutto il completamento delle misure, attraverso il nuovo provvedimento sulle semplificazioni. Ci auguriamo che in questo secondo decreto ci sia maggiore attenzione per l’agricoltura e l’agroalimentare, con ulteriori riforme strutturali, altrettanto urgenti, in grado di favorire la ripresa della competitività di un settore fondamentale per il Paese».

Tra le misure del decreto Confagricoltura sottolinea quelle per favorire gli strumenti digitali, che entrano nella vita quotidiana dei cittadini e delle imprese; gli incentivi per la realizzazione di nuove infrastrutture; il sostegno allo start up di imprese innovative. Un esperimento questo che potrebbe interessare anche la ricerca e l’innovazione nel settore agricolo. Ed i primi interventi per attrarre capitali esteri.

 Particolarmente importanti, a parere dell’Organizzazione degli imprenditori agricoli, «le misure per le reti di impresa, che vengono incontro alle nuove esigenze delle aziende agricole e che stanno riscontrando l’interesse del sistema agroalimentare come nuova forma di aggregazione».

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares