Archiviare i dati con i data logger: ecco come fare e quali prodotti scegliere

I data logger sono degli strumenti che consentono di disporre di un sistema di archiviazione dei dati relativi a diverse misurazioni di tipo tecnico. Questi dispositivi sono molto semplici da utilizzare e non richiedono mai particolari competenze tecniche o digitali. Il loro funzionamento è molto interessante, in quanto si tratta di dispositivi solitamente alimentati a batteria, di piccola taglia e quindi facili da riporre all’interno di una semplice tasca.

Grazie ai data logger vengono registrati in maniera automatica molti valori, relativi a parametri ambientali rilevati nel corso del tempo, come ad esempio temperatura e umidità. Questo aspetto permette non soltanto di avere a disposizione sempre uno storico delle rilevazioni ma anche di documentare e analizzare in un secondo momento i dati memorizzati, i quali possono così essere anche molto più facilmente confrontati e incrociati tra loro.

Nella realizzazione di questi dispositivi rappresenta un notevole punto di riferimento il Gruppo Rs Components che da tanti anni offre soluzioni di altissimo livello nell’ambito dei componenti elettronici. Infatti su Rs Components è possibile trovare prodotti altamente affidabili e contraddistinti da un ottimo rapporto tra qualità e prezzo, in quanto realizzati nel rispetto di tutte le normative di riferimento e dei più alti standard qualitativi.

Funzionamento e utilizzo

I data logger hanno dei sensori integrati che rivestono il compito molto importante di andare a misurare diverse proprietà fisiche. Ogni volta che questi parametri vengono rilevati, in seguito lo strumento li memorizza all’interno del proprio database, in modo tale da realizzare un vero e proprio storico di tutte le misurazioni. Così facendo anche i segnali ottenuti in modo analogico, dai singoli rilevatori, vengono convertiti in modalità digitale e trasferiti all’interno della memoria dati.

Questo strumento permette quindi di ottenere molti vantaggi, come ad esempio la facilità di utilizzo e di lettura di tutti i valori. Inoltre è molto semplice da programmare, così che le misurazioni, e la relativa memorizzazione dei dati, avvenga ad intervalli regolari, senza la necessità che una persona si occupi di svolgere ogni giorno questa operazione. Tutte le letture vengono memorizzate, in modo tale che possano poi facilmente anche essere trasposte all’interno di una tabella o di un grafico.

Così facendo le rilevazioni si prestano molto bene ad essere utilizzate per analisi di vario genere. In alternativa i dati ottenuti possono anche essere passati ad altre applicazioni che realizzano le analisi in modo automatico, all’interno di un processo di gestione che evita ogni possibile perdita di tempo per le persone. Gli ambiti in cui l’utilizzo di un data logger è fondamentale sono molti e spesso contraddistinti da necessità diverse ma accomunati dall’esigenze di individuare un dispositivo affidabile e con un margine di errore contenuto.

Caratteristiche tecniche e ambiti d’uso

Solo per fare un esempio, un data logger è fondamentale in tutti quei casi in cui è necessario tenere sotto controllo il livello dell’acqua, come ad esempio avviene negli allevamenti di pesci d’acqua dolce o nel controllo dei corsi d’acqua. In questi casi viene sempre scelto uno strumento impermeabile e in grado di resistere alle vibrazioni. Allo stesso modo questo strumento è fondamentale negli ambienti in cui è necessario controllare la temperatura.

Le principali rilevazioni che possono essere effettuate con un data logger sono infatti: l’individuazione della temperatura in C°, il grado di umidità, l’inquinamento acustico, il flusso di corrente che attraversa un campo magnetico, la pressione, l’intensità della luce o anche il grado di acidità. Usare un data logger è molto semplice e permette di ottenere anche molti vantaggi, come ad esempio:

  • Risparmio di tempo.
  • Ottenimento di molti dati.
  • Conservazione di uno storico delle rilevazioni.
  • Utilizzo per un periodo di tempo prestabilito.
  • Possibilità di collegamento con device mobili.
  • Report facili da scaricare e utilizzare.

I report ottenuti con le varie misurazioni sono semplici da leggere e anche da trasferire all’interno di un computer portatile o di un qualsiasi device elettronico, come ad esempio smartphone e tablet. L’ambito di utilizzo varia sempre in virtù dei parametri che è necessario ottenere e conservare ma in generale l’uso di un data logger ha molti vantaggi e rappresenta una pratica ottima per archiviare i dati.

Commenti

commenti

Redazione

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: [email protected]

Lascia un commento