MOTORSHOW 2012: LE NOVITÀ DELL’ANNO

Nuova Renaul Clio Break – anteprima nazionale al Motor Show 2012 – foto di Franco Buttaro

Al via l’edizione numero 37 del Motor Show di Bologna: il Salone italiano dell’automobile. Certo, il momento non è dei migliori, la crisi economica riduce sempre più i budget di costruttori, sponsor e fornitori ma la passione supera tutte le difficoltà ed allora cancelli aperti al quartiere fieristico bolognese dal 5 al 9 dicembre.

«Essere qui è già una vittoria – ha spiegato Giada Michetti, amministratore delegato di GL Events, la società francese che gestisce il Salone – perchè malgrado tutto la nostra manifestazione ha confermato di essere più che mai vitale. La prevendita dei biglietti ha fatto registrare un significativo aumento del 10 per cento rispetto all’anno scorso ed è la conferma che il pubblico e non solo i più giovani, amano questo format».

Undici le case automobilistiche presenti nel cuore dell’Emilia e fra le novità più attese si segnala il debutto europeo del Maggiolino Cabriolet di Volkswagen già presentato con buon successo di critica al recente Salone di Los Angeles. Di sicuro rilievo anche le anteprime italiane come la nuova Panda 4×4, l’ultima Classe A di casa Mercedes, la Renault Clio nella versione Break ed ancora la Golf 7 già reginetta del Salone di Parigi. In un momento difficile per il mercato dell’auto tornato ai livelli di fine anni ’70, una ventata d’ottimismo arriva dall’economista Gian Primo Quagliano, grande esperto di Automotive che ha previsto una svolta positiva per il 2013 quando «il numero di immatricolazioni potrebbe risalire a 1.550.000 con un incremento del 10,7 per cento sul livello estremamente depresso del 2012 ma con un calo del 34 per cento rispetto alla media annua del periodo ante-crisi». E mentre chiudono i Saloni dell’auto di Bruxelles, Amsterdam e Madrid, gli organizzatori del Motor Show provano a resistere con la consueta formula vincente: quella di una manifestazione-spettacolo che alle novità auto affianca un nutrito programma basato su pura adrenalina. I visitatori infatti potranno provare le vetture nelle aree esterne del salone e gustarsi numerose gare (più di trenta) sulle piste. Venerdì 7 la Scuderia Ferrari inaugurerà il week-end di grande sport con il tradizionale appuntamento delle Rosse che faranno vivere al pubblico l’emozione di un Gran Premio ma durante la cinque giorni bolognese ci saranno anche la Red Bull e la Toro Rosso. E poi non mancherà il lato glamour con momenti di spettacolo, vip e belle donne, tipica peculiarità del salone bolognese.

Il biglietto per il Motor Show costa 18 euro, ticket ridotto a 15 per i ragazzi da 7 a 13 anni ed a 10 euro per i visitatori delle aree colpite dal terremoto. «Mi aspetto un’affluenza complessiva un tantino maggiore rispetto al 2009 – ha detto la signora del Motor Show Giada Michetti – quando il Salone fu visitato da circa 500.000 persone. Sarebbe già un risultato soddisfacente». Come a dire, quando la passione supera la crisi.

Emilio Buttaro

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Emilio Buttaro

Emilio Buttaro
Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all’età di sedici anni. Nell’85 ha vinto il concorso nazionale “Vota lo speaker” indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l’anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in Scienze Politiche ha presentato diverse manifestazioni come il Premio Internazionale di poesia “Nosside”. Attualmente collabora con varie testate giornalistiche tutte di portata nazionale tra cui: Il Messaggero, Radio 24-Il Sole 24 Ore, La Stampa (redazione sportiva), Radio TV Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress, Cultura & Culture e Costantini Editore.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI