3 novembre 2012
Maria Ianniciello (1257 articles)
Share

BUONGIORNO PARLAMENTO!

©lapas77-Fotolia.com

Potrebbe anche essere visto in maniera positiva “l’ostruzionismo” di ieri del Parlamento al Governo se solo fosse dettato da sani principi. L’Italia è una Repubblica Parlamentare, fondata sul lavoro, e la sovranità è del Popolo. Il Parlamento rappresenta il Popolo, dunque l’uscita di ieri di questo importante e vitale organo istituzionale da un perenne stato di dormiveglia dovrebbe soltanto alimentare buone speranze nei cittadini. Ma purtroppo non è così. Ha ragione il presidente del Consiglio, Mario Monti, quando afferma che ieri alla Camera si è respirato un clima da campagna elettorale, anche perché non era mai successo in un anno che l’Esecutivo andasse sotto tre volte su un emendamento che prevede riduzioni ai costi della politica in Commissione Bilancio e Affari Costituzionali.

E in effetti basta ascoltare o leggere le dichiarazioni degli esponenti dei principali partiti per rendersi conto che dietro questa improvvisa presa di coscienza del Parlamento c’è solo l’intento di mantenere poltrone e privilegi.

Berlusconi che fa dietrofront per “salvarsi la pelle”, Bersani che attacca Grillo e Di Pietro, l’Udc di Casini che apre le porte al Partito Democratico, rinnegando la sua storia democristiana. Di Pietro che vuole sciogliere il suo Partito, l’Italia dei Valori. Solo polemiche in questa fase di campagna preelettorale, nessuna proposta per una Nazione che necessita di scelte coraggiose.

E poi c’è Grillo che con i suoi grillini ambisce ad avere dei seggi in Parlamento, se non addirittura a diventare premier. Fino a qualche giorno fa aveva criticato tutto e tutti, poi gli elogi al magistrato di Tangentopoli. Una scelta tattica; perché, come ha affermato Marco Travaglio sull’Huffington Post, l’asse Grillo-Di Pietro potrebbe essere il primo partito. Condivido.

Le parole del leader dell’Italia dei Valori la dicono lunga sulle possibile alleanze: «Caro Beppe – afferma Antonio Di Pietro – facciamo paura perché siamo nel giusto».

Confusione! Solo un’apparente confusione in questa fase!

 Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.