LONDRA 2012: È ORO PER IL FIORETTO A SQUADRE

La squadra di fioretto maschile

Il nono giorno delle Olimpiadi regala una grande gioia con il fioretto maschile a squadre e una grande delusione: Tania Cagnotto perde la finale del trampolino da 3 metri ed è fuori dal podio per soli 20 centesimi di punto. Una beffa enorme che qualcuno tenta di attribuire a giudici di manica un po’ troppo stretta, ma che in realtà ha comunque una verità alle spalle: Tania ha commesso delle sbavature in due tuffi che le sono costate care. Peccato solo che il margine dal terzo posto sia così ristretto: il rammarico aumenta e la delusione pure.

Non tradiscono invece i ragazzi del fioretto. Dopo un esordio faticoso con la Gran Bretagna, gli azzurri tolgono dalla formazione Aspromonte e così Avola si unisce a Baldini e Cassarà, che volano con tenacia fino all’oro conquistato col Giappone del temibile Ota, battuto con il punteggio finale di 45 a 39. Grandissima la prestazione degli azzurri che dopo aver annichilito gli Stati uniti in semifinale, superano i nipponici nell’ultimo atto con una bellissima prestazione di squadra. E questo, spesso, non è così semplice quanto possa sembrare. Dopo Anversa 1920, Amsterdam 1928, Berlino 1936, Merbourne 1956, Los Angeles 1984 e Atene 2004, la squadra di fioretto maschile torna a scrivere il nome dell’Italia nella posizione più prestigiosa all’interno del libro delle Olimpiadi.

Clemente Russo raggiunge la semifinale della categoria dei pesi massimi con il cubano Larduet Gomez, ma il pubblico rumoreggia e persino il pugile bielorusso Karneyeu protesta per il vedretto dei giudici. La medaglia è già sicura. Il pugilato olimpico assegna infatti come il judo due bronzi.

Elia Viviani chiude in sesta posizione nell’Omnium: sempre tra i primi, il corridore veronese ottiene il nono tempo dell’ultima prova e scivola giù dal podio. Le ragazze del volley perdono 3-2 contro la Russia, diretta avversaria per il primo posto e questa sera affronteranno la Bulgaria per l’ultima gara della fase a gironi. Le ragazze della pallanuoto, campionesse d’Europa in carica, salutano Londra sconfitte ai quarti dal Team statunitense: finisce 9-6.

È il suo giorno e Usain Bolt si dimostra imbattibile: oro a 9″63. Il fenomeno giamaicano domina la finale dei 100m fulminando Yohan Blake e Justin Gatlin al termine di una gara fantastica, con i primi cinque atleti sotto i 9″90. Niente da fare per Powell, che si blocca a metà per un guaio muscolare. Tra 4 giorni ancora Bolt vs Blake nei 200.

La decima giornata olimpica prevede la finale degli anelli con il nostro Matteo Morandi che può sperare in un bel risultato. Si inizia in mattinata con Niccolò Campriani, impegnato nel qualificazioni della carabina, e Chiara Rosa, che insegue la finale nel getto del peso. Qualificazioni anche nel trap maschile con Pellielo e Fabbrizi. In serata spazio al pugilato con Valentino e Cammarelle impegnati nei quarti di finale delle rispettive categorie, alla pallanuoto con il Settebello e al beach volley: i nostri Lupo-Nicolai saranno opposti nel beach volley, per i quarti di finale, alle leggende Nummerdor-Schuil.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Piera Vincenti

Tutto lo spettacolo dei Giochi Olimpici di Londra 2012 è su Cultura&Culture. Segui qui il nostro speciale

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Piera Vincenti

Piera Vincenti è giornalista e copywriter. Si occupa di comunicazione aziendale e pubblica e collabora alla realizzazione di siti web. Laureata in Sociologia, ha conseguito la laurea specialistica nel 2010 dopo aver ottenuto la laurea triennale in Scienze della Comunicazione.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI