A Milano in mostra i volti del Novecento, da Matisse a Bacon

Amedeo Modigliani Ritratto di Dédie, 1918 Olio su tela; 92 x 60 cm (AM 3974 P) © Service de la documentation photographique du MNAM - Centre Pompidou, MNAM-CCI/Dist. RMN-GP
Amedeo Modigliani Ritratto di Dédie, 1918
Olio su tela; 92 x 60 cm (AM 3974 P) © Service de la documentation photographique du MNAM – Centre Pompidou, MNAM-CCI/Dist. RMN-GP

Nel Mondo contemporaneo l’immagine dei volti e in particolare dei corpi ha preso il sopravvento, proprio perché l’uomo sente forte l’esigenza, da sempre, di lasciare una traccia di sé. Cosa si nasconderà dietro un volto? Sogni, gioie, ansie, paure, sensazioni? Dall’antico Egitto a oggi il ritratto e l’autoritratto hanno avuto un’importante funzione per l’umanità che ha potuto conoscere aspetti del passato e degli antenati altrimenti ignoti. Il 1900 è stato un secolo ambiguo e anche contraddittorio, per certi versi, perché in quel periodo se da un lato i regimi totalitari tentavano di distruggere l’individuo, dall’altro molte idee geniali stavano cambiando lo stile di vita e anche il modo di pensare dell’uomo moderno. La psicanalisi e la fotografia, apparentemente due discipline lontane, in realtà si diffusero proprio per soddisfare un unico bisogno: guardare l’altrove, da cui si originano le tragedie, oltrepassandolo. Da qui i reportage di guerra, da qui l’indagine psicoanalitica.

Nell’Arte, in particolare nel ritratto e nell’autoritratto, accadde l’inverso, perché sembrava affermarsi un mondo senza più volti, che è visibile nella mostra “I volti del ‘900. Da Matisse a Bacon. Capolavori dal Centre Pompidou” allestita al Palazzo Reale di Milano, dal 25 settembre 2013 al 9 febbraio 2014. Il percorso espositivo comprende ottanta ritratti e autoritratti del Novecento. Saranno esposte in particolare opere di Matisse, Bonnard, Modigliani, Magritte ma anche Suzanne Valadon, De Chirico, Picasso e altri artisti noti e meno noti.

 

La mostra– che è curata da Jean-Michel Bouhours- è organizzata dal Comune di Milano e prodotta da Palazzo Reale, MondoMostre e Skira editore, che ha editato il catalogo, con il Musée National d’Art Moderne- Centre Pompidou di Parigi. Dal percorso si evince, mediante le sue cinque sezioni, il bisogno dell’artista di conoscere se stesso attraverso il soggetto ritratto. E` il segno di un’epoca caratterizzata dalla ricerca dell’identità, negata dalle Guerre e dalla violenza. Il visitatore, dunque, partendo dai misteri dell’anima arriva ai ritratti dopo la fotografia, che si possono ammirare nell’ultima sezione, dove artisti, meno famosi, questa volta gareggiano per far emergere la personalità del soggetto.

 m.i.

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI