A Perugia apre al pubblico Palazzo degli Oddi

Palazzo degli OddiA Perugia apre le porte alla città, domani, 23 marzo 2013 alle 16.30, uno dei palazzi appartenuto alla nobiltà perugina, “Palazzo Marini Clarelli”, già “degli Oddi”, ubicato in via dei Priori 84, da sempre riservato a una ristretta cerchia elitaria, rimasto disabitato da oltre mezzo secolo. L’erede del palazzo, la nobildonna Barbara Marini Clarelli Santi (scomparsa nel 2007) – moglie di Francesco Santi (scomparso nel 1993), già direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria e successivamente Soprintendente a Monumenti e Gallerie – per disposizioni testamentarie ha voluto che questo splendore fosse destinato a “Casa Museo” e divenisse fruibile al pubblico grazie all’istituzione di una Fondazione che portasse il suo nome e quello dell’amato marito. Nel 2008 è stata istituita la “Fondazione Marini Clarelli Santi” che oggi, dopo lungo ed attento lavoro, restituisce alla città la possibilità della fruizione dell’edificio e del ricchissimo patrimonio culturale in esso custodito.

«La testataria, Barbara Marini Clarelli, ha voluto che la gestione e la valorizzazione di un tal patrimonio fosse affidata a un Consiglio che in questa fase ho l’onore di presiedere – afferma Gianfranco Maddoli, presidente della Fondazione Marini Clarelli Santi -, un Consiglio altamente qualificato, attraverso rappresentanti di istituzioni culturali locali e statali e dello stesso Comune di Perugia, arricchito della competenza di ulteriori esperti e di un valido amministratore». In questa fase di avvio della gestione della “Casa Museo” sarà reso fruibile al pubblico il piano terra del Palazzo con lo splendido salone, e cinque ambienti (restaurati e messi a norma) del Piano nobile dove sono conservati preziosi arredi storici autentici. Sarà il sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, a dare il benvenuto. Seguiranno gli interventi di Gianfranco Maddoli (presidente Fondazione Marini Clarelli Santi), Luigi Marini Clarelli (vice Presidente Fondazione Marini Clarelli Santi), Francesco Scoppola (direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici dell’Umbria). Seguirà un intermezzo musicale con il Quartetto d’archi del Conservatorio di Musica di Perugia “Francesco Morlacchi”, diretto dal Maestro Paolo Franceschini (1° violino) e la presenza di Azusa Onishi (2° violino), Mizuho Ueyama (viola), Filippo Di Domenico (violoncello). Nell’occasione sarà possibile scoprire le bellezze, i pregi e le curiosità con “Il Palazzo racconta” con Laura Zazzerini (Custode delle raccolte della Fondazione). L’”Invito a Palazzo” si concluderà con la presentazione del sito web a cura di Ugo Mancusi, direttore IdeAnimation. Al termine della manifestazione sarà possibile accedere al Piano nobile. A partire dal primo aprile 2013 aprirà al pubblico anche la Sala studio, sarà dunque possibile consultare l’Archivio familiare della “Casa Museo”. Questo l’orario: lunedì dalle 14.30 alle 17.30 e il martedì dalle 9.30 alle 13. Si potranno inoltre richiedere visite guidate gratuite alla “Casa Museo” tutti i venerdì dalle 9.30 alle 13.

Per info: In presenza di gruppi o per esigenze particolari le visite saranno possibili su appuntamento telefonico al numero 0755734844.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI