15 dicembre 2012
Maria Ianniciello (1256 articles)
Share

STRAGE USA, IL KILLER DAL COGNOME ITALIANO

©Wild Geese – Fotolia.com

Ha un cognome italiano Adam Lanza, il giovane killer che ieri è entrato nella nella Sand Hook Elementary School di Newtown, nel Connecticut, e ha ammazzato con colpi di pistola la madre e 27 persone, tra cui 20 bambini; poi si è tolto la vita. Una strage che in queste ore sta addolorando gli Stati Uniti e il mondo intero. E il cordoglio arriva proprio dall’Unicef che con una nota sostiene: «Ancora una volta siamo costretti a commentare una strage di bambini. Questa volta in una scuola elementare. Le esplosioni di forme estreme di violenza sembrano privilegiare ancora una volta luoghi destinati allo sviluppo e alla vita serena dei bambini – scrivono dall’Unicef -. Luoghi che dovrebbero essere destinati alla realizzazione dei diritti, non alla loro totale negazione. La violenza va prevenuta e contrastata, ma è necessario prevedere anche adeguate misure di recupero che possano contribuire a spezzare il circolo vizioso delle violenze sui bambini. Esprimiamo la nostra vicinanza alle famiglie delle piccole vittime e ci uniamo all’impegno di tutti coloro che, a diverso titolo, si impegnano quotidianamente affinché tragedie come queste non avvengano più». E proprio sulla prevenzione ha fatto leva Barack Obama che tra le lascrime ha detto: «Dobbiamo agire per impedire che stragi come queste si ripetano, al di là della politica, come genitore che come presidente». Il Killer, secondo quanto afferma il New York Times, era schivo e riservato; non partecipava alle attività di gruppo e non aveva un profilo facebook, tanto che, a dire del fratello Ryan, aveva problemi relazionali, con evidenti atteggiamenti autistici. Ma su questo ed altri particolari gli investigatori stanno indagando. Certo è che quanto accaduto va a riaprire un dibattito, in realtà mai chiuso, sul libero accesso alle armi negli Stati Uniti.

 

Tags Attualità
Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.