Di tutto un po'

STRAGE USA, IL KILLER DAL COGNOME ITALIANO

©Wild Geese – Fotolia.com

Ha un cognome italiano Adam Lanza, il giovane killer che ieri è entrato nella nella Sand Hook Elementary School di Newtown, nel Connecticut, e ha ammazzato con colpi di pistola la madre e 27 persone, tra cui 20 bambini; poi si è tolto la vita. Una strage che in queste ore sta addolorando gli Stati Uniti e il mondo intero. E il cordoglio arriva proprio dall’Unicef che con una nota sostiene: «Ancora una volta siamo costretti a commentare una strage di bambini. Questa volta in una scuola elementare. Le esplosioni di forme estreme di violenza sembrano privilegiare ancora una volta luoghi destinati allo sviluppo e alla vita serena dei bambini – scrivono dall’Unicef -. Luoghi che dovrebbero essere destinati alla realizzazione dei diritti, non alla loro totale negazione. La violenza va prevenuta e contrastata, ma è necessario prevedere anche adeguate misure di recupero che possano contribuire a spezzare il circolo vizioso delle violenze sui bambini. Esprimiamo la nostra vicinanza alle famiglie delle piccole vittime e ci uniamo all’impegno di tutti coloro che, a diverso titolo, si impegnano quotidianamente affinché tragedie come queste non avvengano più». E proprio sulla prevenzione ha fatto leva Barack Obama che tra le lascrime ha detto: «Dobbiamo agire per impedire che stragi come queste si ripetano, al di là della politica, come genitore che come presidente». Il Killer, secondo quanto afferma il New York Times, era schivo e riservato; non partecipava alle attività di gruppo e non aveva un profilo facebook, tanto che, a dire del fratello Ryan, aveva problemi relazionali, con evidenti atteggiamenti autistici. Ma su questo ed altri particolari gli investigatori stanno indagando. Certo è che quanto accaduto va a riaprire un dibattito, in realtà mai chiuso, sul libero accesso alle armi negli Stati Uniti.

 

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

shares