Roma, l’estate del Silvano Toti Globe Theatre

Romeo e Giulietta ©Marco Borrelli
Romeo e Giulietta ©Marco Borrelli

L’undicesima stagione del Silvano Toti Globe Theatre inizierà ufficialmente il prossimo 8 luglio con il “Romeo e Giulietta” diretto da Gigi Proietti, direttore artistico del teatro e ideatore di questa splendida avventura culturale iniziata nel lontano 2003. Undici anni dopo, il Globe, da grande scommessa qual era, è ormai diventato un punto fermo dell’estate romana, un’istituzione capace di attirare, solo lo scorso anno, più di 51mila spettatori. E tutto questo senza aver quasi mai ritoccato il prezzo del biglietto. La nuova stagione, presentata dallo stesso Proietti assieme a Silvano Toti e al Sindaco di Roma Ignazio Marino, prevede tre grandi classici del corpus shakespeariano e un testo “alternativo”, ma pur sempre bellissimo.

Si comincia dunque con “Romeo e Giulietta” con Proietti in cabina di regia, dall’8 luglio al 3 agosto a partire dalle 21.15. Dal 6 al 17 agosto sarà la volta di “Sogno di una notte di mezza estate”, spettacolo che sarà dedicato alla memoria del regista Riccardo Cavallo, purtroppo recentemente scomparso e a cui Proietti ha voluto dedicare l’intera stagione teatrale.

Globe 7 (Copia)La rassegna dei testi del Bardo prosegue poi il 22 agosto con “Molto rumore per nulla” diretto da Loredana Scaramella, in scena fino al 7 settembre con spettacoli previsti per le 21.

Infine, dall’11 al 22 settembre il Globe presenterà “Pene d’amor perdute”, per la regia di Alvaro Piccardi. Un testo “secondario”, verrebbe da dire, a confronto con i grandi classici shakespeariani. Ma in realtà distinto da toni accesi quali l’ironia, le passioni amorose, i virtuosismi verbali. Un’opera che insomma concluderà nella maniera più degna la stagione 2014 del teatro di Villa Borghese.

Come ogni anno, il Globe si è avvalso del fondamentale contributo delle tre banche tesoriere di Roma Capitale, ossia BNL gruppo BNP Paribas, UniCredit e Monte dei Paschi di Siena. Assieme ovviamente alla Fondazione Silvano Toti e alla preziosa partecipazione tecnica di Volvo e Dimensione Suono Due. I 1206 posti del teatro saranno dunque a disposizione del pubblico a partire da martedì 8 luglio fino a fine settembre, quando verrà organizzato un evento inedito e del tutto particolare. Per festeggiare infatti i 450 anni dalla nascita di William Shakespeare, il Globe organizzerà una “Shakespeare Fest” a chiusura della stagione. L’idea, realizzata da Carlotta Proietti e Daniele Dezi, parte da “Ancora Shakespeare: perché?”, un bando attraverso cui veniva chiesto di esprimere la propria opinione con un cortometraggio sul grande drammaturgo inglese, cercando di spiegare se e perché Shakespeare fosse, oggi, effettivamente ancora importante o no. I lavori selezionati verranno quindi proposti durante l’evento, assieme ad altri spettacoli di teatro e musica. Non resta quindi che aspettare solo pochi giorni per tuffarsi di nuovo nell’universo shakespeariano e godere della magia del teatro sotto il cielo stellato di Roma.

Paolo Gresta

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Paolo Gresta

Paolo Gresta
Paolo Gresta è nato a Roma nel 1977. Laureato in Lingue, con una specializzazione in Editoria e Scrittura, è giornalista pubblicista e collabora da anni con riviste e magazine online con articoli di cultura, spettacoli, musica e sport. Tra i suoi interessi principali ci sono la letteratura, i concerti, i viaggi e la scrittura”

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI