Left Behind – La profezia: recensione e trailer

left-behind-recensione-trailerLeft Behind – La profezia è un film che annoia a prescindere dal cast, nel quale un nome prevale sugli altri ed è quello di Nicolas Cage che in questa pellicola, a metà strada tra un thriller e un lungometraggio d’azione (con musiche belle ma adatte a una commedia sentimentale), interpreta il ruolo di un comandante d’aereo, che tradisce la moglie perché quest’ultima si è fatta “plagiare” da un pastore del posto. La donna parla tutti i giorni di Apocalisse, di Gesù e legge la Bibbia, tanto da infastidire la figlia maggiore; a mio avviso uno dei personaggi più disarmanti e banali di questo film che regala poche emozioni. In realtà questa pellicola si occupa di Dio ma non approfondisce e soprattutto fa apparire i fedeli, che mettono in pratica gli insegnamenti di Cristo, come dei fanatici o meglio come dei veri e propri esaltati, senza definire il contesto. Proseguiamo per ordine. Left Behind – La profezia, che è uscito al cinema il 29 luglio 2015 ed è diretto da Vic Amstrong, si basa sui romanzi di Tim LaHaye e Jerry B. Jenkins, che hanno già ispirato un paio di film tutti di scarso successo. Il personaggio principale è Ray Steele (Nicolas Cage), che sta pilotando un aereo sulla tratta New York – Londra. Su quel volo accade uno strano fenomeno: alcune persone, quasi tutti bambini, si volatilizzano lasciando i loro averi, compresi i vestiti, sulle poltrone del velivolo. left-behindSteele deve mettere i passeggeri e l’equipaggio in salvo; ha poco carburante e non riesce a contattare nessuno a terra; sul resto del pianeta sta accadendo infatti lo stesso strano fenomeno. Noi ce ne accorgiamo seguendo le peripezie della figlia di Ray, che vede scomparire tra le sue braccia il fratellino. Si sente puzza di sequel che certo non attenderemo con ansia, perché di Left Behind – La profezia, girato (mi sembra) in modo frettoloso e senza alcuna passione, se ne poteva fare pure a meno. Il titolo ricorda vagamente La profezia di Celestino, un altro film basato sempre su un romanzo e dal taglio un po’ New Age ma con il quale questa pellicola non regge il confronto per significato e messaggio. Voto: (2,5 / 5)

Left Behind – La profezia, trailer 

Maria Ianniciello

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI