Left Behind – La profezia: recensione e trailer

left-behind-recensione-trailerLeft Behind – La profezia è un film che annoia a prescindere dal cast, nel quale un nome prevale sugli altri ed è quello di Nicolas Cage che in questa pellicola, a metà strada tra un thriller e un lungometraggio d’azione (con musiche belle ma adatte a una commedia sentimentale), interpreta il ruolo di un comandante d’aereo, che tradisce la moglie perché quest’ultima si è fatta “plagiare” da un pastore del posto. La donna parla tutti i giorni di Apocalisse, di Gesù e legge la Bibbia, tanto da infastidire la figlia maggiore; a mio avviso uno dei personaggi più disarmanti e banali di questo film che regala poche emozioni. In realtà questa pellicola si occupa di Dio ma non approfondisce e soprattutto fa apparire i fedeli, che mettono in pratica gli insegnamenti di Cristo, come dei fanatici o meglio come dei veri e propri esaltati, senza definire il contesto. Proseguiamo per ordine. Left Behind – La profezia, che è uscito al cinema il 29 luglio 2015 ed è diretto da Vic Amstrong, si basa sui romanzi di Tim LaHaye e Jerry B. Jenkins, che hanno già ispirato un paio di film tutti di scarso successo. Il personaggio principale è Ray Steele (Nicolas Cage), che sta pilotando un aereo sulla tratta New York – Londra. Su quel volo accade uno strano fenomeno: alcune persone, quasi tutti bambini, si volatilizzano lasciando i loro averi, compresi i vestiti, sulle poltrone del velivolo. left-behindSteele deve mettere i passeggeri e l’equipaggio in salvo; ha poco carburante e non riesce a contattare nessuno a terra; sul resto del pianeta sta accadendo infatti lo stesso strano fenomeno. Noi ce ne accorgiamo seguendo le peripezie della figlia di Ray, che vede scomparire tra le sue braccia il fratellino. Si sente puzza di sequel che certo non attenderemo con ansia, perché di Left Behind – La profezia, girato (mi sembra) in modo frettoloso e senza alcuna passione, se ne poteva fare pure a meno. Il titolo ricorda vagamente La profezia di Celestino, un altro film basato sempre su un romanzo e dal taglio un po’ New Age ma con il quale questa pellicola non regge il confronto per significato e messaggio. Voto: 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Left Behind – La profezia, trailer 

Maria Ianniciello

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento