La “Locanda” che dà una “mano” ai ragazzi disabili

Il team della "Locanda"
Il team della “Locanda”

Milano- 18 luglio 2013.  Apre nel cuore di Milano la Locanda alla mano, un nuovo punto di ristoro che impiega giovani con disabilità. Lo spazio è stato inaugurato in piazza del Cannone, al Parco Sempione, alla presenza dell’assessore alle Politiche sociali e Cultura della Salute, Pierfrancesco Majorino.

L’assessore- «Questa esperienza è un ottimo esempio di come, attraverso il lavoro, si possano valorizzare le persone con disabilità contribuendo a promuovere inclusione e dignità. L’idea nata dal contatto diretto e dalla relazione con i soggetti portatori di disabilità, il progetto sviluppato coinvolgendo imprese, professionisti, associazioni e istituzioni, la realizzazione nel cuore della città che porta all’attenzione di tutti il tema del lavoro delle persone con disabilità sono gli elementi che danno ulteriore spessore sociale e culturale all’iniziativa»

La struttura di "Locanda alla mano"
La struttura di “Locanda alla mano”

La Locanda alla mano è un’iniziativa promossa e gestita dalla cooperativa sociale Contè, con il patrocinio di Expo e del Comune di Milano e fa parte dell’Estate Sforzesca, la serie di iniziative organizzate dall’amministrazione per chi trascorre il periodo estivo in città. La Locanda alla mano resterà aperta sette giorni su sette, dalle 10:00 alle 20:00, fino alla fine di settembre. Vi lavorano otto ragazzi con disabilità inseriti in un progetto di formazione e di integrazione lavorativa. Partner dell’iniziativa l’AGPD  Associazione genitori e persone con sindrome di down. La struttura è stata ideata dallo studio Italo Rota, che ha realizzato un ambiente dal design ricercato. Il progetto è sostenuto dall’azienda Repower con la collaborazione di Tramezzino.it.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI