L’amore ai tempi delle chat e delle app: crescono gli incontri online

Gli incontri online, nati nelle chat, sono in aumento. Lo scriveva il Sole24ore in un articolo del febbraio 2016, affermando che sono circa novantuno milioni gli utenti in questo settore a livello globale. I numeri nel 2018 sono in aumento e le persone, che cercano e trovano l’amore in rete sono soprattutto soggetti tra i 25 e i 34 anni di età. In Europa sono trentatré milioni le persone che cercano appuntamenti tramite siti e app, mentre in Italia ammontano a nove milioni. Cercare il partner della vita sul web non è tuttavia un miraggio come sostiene la rivista Focus in un articolo pubblicato il 25 ottobre 2017. Il prestigioso magazine, nella sua versione online, scrive che gli incontri online aiuterebbero l’integrazione. Questa dichiarazione è il frutto di una ricerca portata avanti da un team di studiosi della Cornell University. Nello studio si legge che un terzo dei matrimoni avviene grazie a incontri online in chat. Questo favorirebbe legami e nozze tra razze diverse, con risultati esaltanti perché sembrerebbe che queste coppie si separino meno.

Sul web sono tanti i portali e molte le app che offrono tali servizi. Lovepedia, per esempio, è stato nominato sito dell’anno nel 2016 ed ha un’utenza molto vasta. Sono infatti quasi 1milione e settecentomila le persone che hanno scelto questo sito dall’interfaccia molto funzionale, facilmente agibile, che non si limita solo a creare opportunità di incontri tramite la chat e l’applicazione. Per entrarci basta effettuare una semplice registrazione. Il servizio è gratuito e la possibilità di trovare la persona della propria vita è abbastanza alta come dimostra la pagina delle testimonianze e delle opinioni, dove si leggono molti commenti positivi, nei quali gli utenti raccontano la loro esperienza, il più delle volte positiva. E’  vero, però, che bisogna stare attenti perché in Rete si trova di tutto e in questo caso l’affidabilità del servizio fa la differenza.

Lovepedia ha un suo magazine, nel quale approfondisce alcuni aspetti della vita di coppia, dalla gravidanza ai problemi economici che spesso ledono la vita sentimentale. Ci sono poi suggerimenti e consigli su come trovare l’uomo giusto o la donna giusta, sulle strategie da adottare, su come comportarsi e su cosa fare al primo incontro. Sì perché dopo aver chattato, le persone si vedono per davvero. E non mancano su Lovepedia le notizie dal mondo dello spettacolo e i suggerimenti sulla moda, sullo stile e su ciò che piace agli uomini e alle donne di oggi per quanto concerne il look in modo da apparire più sexy. Ma come trovare il partner ideale? Il portale offre anche una serie di Canali (Acquisti, cibi e bevande, arti ed intrattenimento, elettronica e computer, commercio e industria, bellezza e fitness, casa e giardino, salute, scienze, sporta, viaggi… animali da compagnia) per fare in modo che gli utenti si incontrino anche in base ai loro interessi, perché l’amore è condivisione di spazi e di cose, soprattutto se si decide di optare per una convivenza o di convolare a nozze. Dunque, partire con il piede giusto è molto importante per la riuscita del legame sentimentale.

incontri online

Insomma su Lovepedia c’è davvero l’imbarazzo della scelta. L’amore quindi è sempre al primo posto. Cambiano le mode ma i bisogni restano gli stessi. Dopo aver soddisfatto le necessità primarie, come mangiare, dormire e bere, c’è bisogno di socializzare perché l’essere umano è un animale sociale che senza il contatto con altri individui perderebbe completamente se stesso annichilendosi. L’amore romantico poi crea serenità, armonia e, soprattutto se il rapporto è sano, favorisce l’evoluzione e la crescita di entrambi i partner, almeno così dovrebbe essere. Anche il Cinema si è dedicato agli incontri online tramite chat e lo ha fatto in modi e forme diversi a seconda del genere cinematografico. Si va dai thriller (perché come dicevamo non manca il lato oscuro degli incontri in chat e bisogna sempre prestare attenzione) alle commedie a lieto fine quale per esempio Must Love Dogs con Diane Lane e John Cusack. Lei è divorziata mentre lui è vedovo. Si incontrano, si piacciono ma non mancano alcuni momenti critici che saranno facilmente superati. Invece nel classico C’è post@ per te i due protagonisti si iscrivono su una chat room e anche qui c’è il lieto fine. Ma che cos’è che rende così accattivante gli incontri online? Sicuramente il fascino del mistero, di cui l’amore si nutre.

incontri online
Un’immagine del film Must Love Dogs (il titolo italiano è partnerperfetto.com

Qualcuno parla di pigrizia, di incapacità di stabilire una relazione dal vivo, di fare il primo passo. Noi pensiamo che, siccome il web sia entrato prepotentemente nelle nostre vite, non ha fatto altro che sostituirsi o affiancarsi ad altri strumenti di comunicazione. Un tempo ci si conosceva tramite la radio o le lettere postali, basti pensare alla corrispondenza, ancora in voga, tra un detenuto noto e una donna o più raramente un uomo che si trova dall’altra parte delle sbarre come ci insegnano alcune pellicole dove l’epistola è lo strumento di conoscenza mentre il carcere è il luogo di incontro. Le lettere erano lo strumento ideale per conoscersi, quindi. Nel film Letters to Juliet è proprio una vecchia epistola che sconvolge la vita di Sophie, la quale nella splendida Verona comprende per davvero il significato dell’amore. Insomma oggi in chat ci si parla, ci si confida, si trovano dei punti in comune senza correre il rischio che l’altro ci si possa da subito giudicare. Nulla è cambiato, si sono solo modificati gli strumenti di approccio.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Certo, la delusione potrebbe esserci ma questo vale per il telefono come per la posta e come per il web di oggi o le applicazioni. Queste ultime, infatti, permettono di visionare la chat in qualsiasi momento, anche per strada; cosa che prima era del tutto impensabile. Uno schermo, certo, protegge inizialmente però poi bisogna superare il virtuale per immergersi nel reale e questo è sicuramente il passo più difficoltoso che richiede coraggio perché dall’altra parte potrebbe esserci chiunque come nel film Un amore all’altezza dove però a fare da intermediario è il telefono. La protagonista scopre che l’uomo è un nano. Questo le permette però di vivere una magica storia d’amore, sicuramente alternativa ed anticonvenzionale.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI