Salute e Stili di Vita

Come affrontare il caldo estivo: consigli per il benessere di corpo e mente

Sul web ci sono molti consigli utili su come affrontare il caldo estivo in modo salutare senza riempire lo stomaco di troppi gelati e bibite zuccherate, ricche di saccarosio. Cosa potrei aggiungere di diverso su un sito che si occupa di culture, di benessere e cultura?

Ebbene, mi rifaccio in questo articolo all’antica medicina tradizionale cinese che considera e considerava l’essere umano in modo olistico agendo anche sulle emozioni. Ti capita mai di innervosirti o di avere dei veri e propri attacchi di rabbia quando fa troppo caldo? O al contrario ti senti debole, sfinito, privo di forze, angosciato, depresso?

Il primo consiglio (quello forse più semplice ed immediato) è di sentire di più ciò che ti accade senza voler per forza capire: ascolta il tuo corpo lasciando da parte le interpretazioni che sono comunque condizionate dalle mode, dai luoghi comuni e dai pregiudizi portando così a conclusioni affrettate. Il tuo corpo saprà certamente indicarti la via su come affrontare il caldo estivo.

Per la Medicina Tradizionale Cinese la prevenzione si fa a tavola ma non solo. L’obiettivo d’estate è quello di non riscaldare ulteriormente il corpo. Secondo la teoria dei cinque movimenti questo periodo dell’anno è connesso al fuoco che si muove in modo diverso rispetto all’acqua: difatti arde, riscalda, illumina e sale verso l’alto.

Al fuoco sono collegati il cuore e l’intestino tenue. Il primo distribuisce l’energia (il sangue ricco di sostanze nutritive) nel corpo mantenendo e diffondendo la vita in tutti i suoi aspetti; il secondo assimila le sostanze nutritive dal cibo che è stato digerito precedentemente nello stomaco.

Ma il fuoco è anche legato alla lingua; ecco perché i medici cinesi per capire in che condizioni sta il cuore osservano proprio il colore della lingua. Il sapore collegato al movimento fuoco è l’amaro, mentre l’emozione dominante è la gioia (non è intesa come felicità e benessere bensì come euforia) che in eccesso crea scompensi cardiaci. Il colore è il rosso, il senso è il tatto, i tessuti sono i vasi sanguigni.

Capirai che per affrontare il caldo estivo è importante tenere in buona salute cuore e intestino tenue. L’antica Medicina Cinese si avvale delle erbe medicinali, della digitopressione e soprattutto dell’agopuntura ma si può e si deve fare prevenzione a tavola già nel periodo primaverile, dominato – sempre seconda questa antica scuola di pensiero – dal movimento fegato.

come affrontare il caldo estivo

E` lapalissiano che tutti quei disagi come l’ipertensione (ma anche il suo opposto, cioè l’ipotensione), il reflusso e la dermatite sono una conseguenza dell’eccesso di calore. E allora come si agisce in questi casi? Quali sono gli alimenti che ci permettono di affrontare il caldo estivo in modo salutare tenendo conto di questi meccanismi che sembrano lontani dalla nostra cultura ma che se ci pensiamo sono molto più logici di tanti suggerimenti dati senza alcun criterio?

Secondo la Medicina Cinese ci sono cibi riscaldanti e cibi raffreddanti. Sicuramente le proteine animali, eccetto il pesce, tendono a riscaldare il corpo. La carne, soprattutto quella rossa, ci riscalda. Quindi meglio evitarla soprattutto a pranzo privilegiando cereali integrali (guarda il video in calce) che non riscaldano né raffreddano ma mantengono in equilibrio il corpo, così come i legumi.

L’eccesso di sapore dolce destabilizza (sempre secondo la Medicina Cinese) e mette in disequilibrio lo stomaco riscaldandolo e creando disagi al fegato e di conseguenza al cuore. Quindi, sì ai gelati ma con moderazione e scegliendo sempre prodotti artigianali. Opta per piatti freddi anzché caldi come insalate di legumi e cereali per esempio. D’estate si possono consumare con estrema tranquillità gli estratti di frutta e verdura, così come suggerito dalla nutrizionista in questo articolo. Scegliete i prodotti che la terra vi dà nel vostro territorio: pomodori, melanzane, fagiolini, zucchine, lattuga, sedano, rucola, mele, anguria, albicocche, prugne e pesche. Anche la frutta va mangiata con moderazione e lontano dai pasti per evitare fastidiose fermentazioni intestinali. Sconsigliate le bevande ghiacciate.

Accanto alle indicazioni alimentari, ti do altri consigli su come affrontare il caldo estivo:

  • Fai la doccia con acqua tiepida e non gelata;
  • Vestiti con abiti dai tessuti leggeri e molto chiari privilegiando il lino e il bianco;
  • Non dimenticarti di respirare in modo consapevole;
  • Se soffri di ipotensione puoi farti aiutare dall’olio essenziale di Rosmarino;
  • Se soffri di ipertensione (oltre a rivolgerti al medico; ricordo che queste sono delle indicazioni naturopatiche che non sostituiscono una visita medica), oltre a limitare il consumo di sale da cucina, mettendo in pratica i consigli alimentari sopra indicati, e fare una leggera attività sportiva al mattino presto, ti consiglio di usare l’olio essenziale di Ylang Ylang;

 

N.B. Gli oli essenziali vanno diluiti in olio vettore (mandorle dolci, olive, jojoba…) e ne sconsiglio l’uso interno.

Dott.ssa Maria Ianniciello, naturopata e giornalista pubblicista

 

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Commenta

shares