culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Non solo film

Cinema. ‘Ogni giorno’ è quello ideale per amare davvero

Ogni giorno è quello ideale per amare e per scoprire qualcosa di sé attraverso gli altri come se questi ci facessero un po’ da specchio nel mare, spesso inquieto altre volte piatto, che è la vita. E allora un sabato sera di un’estate forse fin troppo uggiosa ti ritrovi in una sala cinematografica, dopo un po’ di tempo, con la pancia più grossa e un desiderio di cinema che è intatto, vivo, onnipresente.

Il film scelto è appunto Ogni giorno. Diretta da Michael Sucsy, è una pellicola surreale ma molto significativa che va oltre i luoghi comuni e le etichette regalandoci una storia d’amore alternativa, improbabile eppure così autentica nell’epoca delle apparenze, della falsa immedesimazione, di un buonismo esasperante e poco convincente, di una esteriorizzazione logorroica di sentimenti e istanti d’intimità.

Ogni giorno

Sì perché immedesimarsi nell’altro e amarlo incondizionatamente, per ciò che è e non per quello che vorremmo che lui o lei fosse, è alquanto difficile. Dovremmo davvero vivere nel corpo di qualcun altro come accade nel film ad A, un’anima vagante che ogni giorno assume un aspetto differente… è una persona nuova, di sesso, di cultura e di estrazione sociale diversi. Dall’altra parte c’è chi è in grado di cogliere questo evento eccezionale: si tratta di Rhiannon (Angourie Rice), una ragazza di buona famiglia, adolescente senza troppi grilli per la testa e sicuramente capace di apprezzare questo essere misterioso che cambia sembianze ogni giorno andando oltre i pregiudizi perché dopotutto ciò che conta davvero è l’interiorità.

Ogni giorno è basato sul romanzo omonimo di David Levithan e appartiene al genere Young Adult. La mia recensione è positiva perché il film tratta in modo alternativo temi come quelli menzionati con un pizzico di leggerezza senza salti temporali come accade per esempio in Questione di tempo (2013) o La casa sul lago del tempo (2006). Di seguito trovi il trailer di Ogni giorno.

 

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Leave a Reply

shares