culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Non solo film

GIOVANNI GUIDI E TRIO + ONE AL PARCO DELLA MUSICA DI ROMA

Il ventisettenne Giovanni Guidi, compagno di tutte le avventure degli ultimi anni di Enrico Rava, ma anche partner privilegiato di Gianluca Petrella, Fabrizio Sferra, Roberto Cecchetto, Lello Pareti, con cui ha condiviso palchi e studi di registrazione, non è più una promessa, ma è considerato tra i pianisti più originali del jazz contemporaneo.

Con questa formazione poi riesce a dare una ulteriore definizione delle sue prorompenti idee musicali. Il repertorio è quello contenuto nell’album registrato per la prestigiosa etichetta ECM e che sarà pubblicato nei primi mesi del 2013. Le trame apparentemente semplici dei brani sono sempre lucide e coerenti, sia in quelli aggressivi, nervosi e sorretti da una tensione sempre vibrante e ricchi di una tumultuosa energia, sia in quelli che si abbandonano ad aperture liriche e notturne, che esaltano la vena melodica e cantabile – tutta italiana – di Giovanni. Tutto ciò è messo in grande evidenza grazie ai suoi telepatici partner: Francesco Ponticelli, contrabbassista ricco di pathos, Enrico Morello, batterista capace di produrre un articolato tappeto percussivo con cui stabilisce un interplay equilibrato ed intenso e alle sollecitazioni e suggestioni visuali di Mattia Rimatori, avvezzo a maneggiare materiali cinematografici surreali e inquietanti e che si inserisce nella narrazione musicale, con un’incredibile varietà di immagini e riflessioni.

Giovanni Guidi e  Trio + One si esibirà al Parco della Musica di Roma il 17 ottobre 2012 alle 21.

 

 

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Leave a Reply

shares