culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Non solo film

“Elemento H2O”, l’ultimo album di Chiara Rosso

Elemento H20 copertinaUn disco ispirato all’acqua e ai temi della memoria e della femminilità. A sette anni dal suo esordio con Libero Arbitrio, la vocalist piemontese Chiara Rosso torna con un album che è un mix di jazz e di canzone d’autore, dal titolo Elemento H2O. Un disco, quello appena uscito, che sembra discostarsi dalle atmosfere indie rock ed etno-rock del precedente lavoro e che si presenta come più introspettivo, forse meno rock e più jazz, e che nel tema dell’acqua intende racchiudere il desiderio di purificazione, di rigenerazione. È la stessa cantautrice di Saluzzo (in provincia di Cuneo) a parlare del suo ultimo album come di un desiderio di ritrovare autenticità, di uscire con forza da questo momento storico-sociale complesso, di lasciare fluire via con l’acqua i periodi incerti e di crisi, per rinascere e andare avanti.

Pubblicato dall’etichetta Geco Records e distribuito da Egea Music, Elemento H2O è un disco interamente scritto da Chiara Rosso: sono suoi, infatti, sia i testi che la musica, un insieme di jazz , canzone d’autore, pop e ricerca, il tutto unito a musicisti di livello tra cui Franco Olivero per gli arrangiamenti e il jazzista Riccardo Zegna.

Chiara Rosso2LA CANTAUTRICE – Dopo aver conseguito la Laurea in Lettere Moderne, Chiara Rosso si dedica alla musica, in particolare a quella nera, tanto da specializzarsi in Vocalità Afroamericana e Jazz al Conservatorio “Ghedini” di Cuneo. Frequenta le Clinics di Umbria Jazz e un po’ alla volta entra a far parte di varie formazioni musicali, mettendosi alla prova in repertori diversi, dalla musica sudamericana e d’autore con i Nonsolojazz al pop-rock dei Mantequilla, passando per il funk dei Talkinjg Loud e il jazz dei Jazy. Dopo varie esperienze lavorative, nel 2007 pubblica Libero arbitrio, primo album in veste di cantautrice, nato dalla collaborazione con il chitarrista e compositore torinese Daniele Cuccotti. Oggi, a distanza di sette anni, la poliedrica vocalist prova a definire ancora di più il suo stile, mettendo insieme un disco di 13 tracce intime e riflessive, che trattano di temi quali il divenire delle cose, il cambiamento, l’infanzia, la memoria, la ricerca della propria direzione, l’amore.

culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Commenti

commenti

culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Lascia un commento

shares