culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Libri: recensioni & interviste

Libri per bambini da 0 mesi a 5 anni: ‘Cuccioli. Primi Incontri’, recensione

Avendo un bimbo di tredici mesi, ho deciso di recensire anche libri per bambini da 0 mesi a 5 anni. L’idea mi è venuta in libreria, quando sugli scaffali dedicati alla Letteratura per l’infanzia ho avuto una certa difficoltà a scegliere un testo adatto a mio figlio, per i seguenti motivi:

  1. Il mercato offre un’ampia gamma di prodotti e, quindi, barcamenarsi non è affatto semplice.
  2. Mio figlio mette tutto in bocca (è in piena fase orale); di conseguenza, pur sorvegliandolo di continuo, i momenti di distrazione possono esserci.

Ad ogni modo mi piace lasciargli il tempo e lo spazio per esplorare e in questo caso toccare nuovi oggetti affinando così il senso del tatto. Insomma, cercavo qualcosa di cartonato che non si sciogliesse con la saliva. L’operazione non è stata così semplice come mi aspettavo.

libri per bambini da 0 a 5 anni

Libri per bambini da 0 mesi a 5 anni: ‘Cuccioli. Primi Incontri’

I libri per bambini da 0 mesi a 5 anni – che ho potuto vedere – hanno, infatti, quasi tutti la copertina di cartone rigido che, nonostante sia molto più resistente, si scioglie con la saliva. Comunque gli ho comprato un piccolo volume, molto carino alla vista e utile per il tatto, che può maneggiare esclusivamente sotto la supervisione di un adulto.

Cuccioli. Primi Incontri è un piccolo scrigno (così mi piace definire questo libricino) edito da ABraCadabra -De Agostini. Le illustrazioni sono di Véronique Petit. Il progetto è ideato da Jane Horne. Che cosa mi è piaciuto di questo libro?

Lo trovi qui: Cuccioli. Ediz. a colori

Innanzitutto questo piccolo volume è maneggevole. Il bambino, per poterlo apprezzare, deve aver sviluppato una certa manualità e deve poter stare con la testa dritta. Quindi, il libricino è adatto ai bambini dai 6 mesi di età e oltre.

‘Cuccioli. Primi incontri’: recensione

In Cuccioli. Primi Incontri le figure degli animali sono molto accattivanti sia per i colori e sia per le forme. Si passa dall’orsetto al cerbiatto, dal puledro al cagnolino fino ad arrivare al coniglietto e all’elefantino.

Un bimbo di tredici mesi come il mio, a seconda dell’impeto e delle caratteristiche, potrebbe all’inizio essere attratto non tanto dalle immagini, e quindi dalle forme, quanto dai materiali. Infatti, in ogni pagina di questo libro c’è un materiale che può essere di un particolare tessuto o di un adesivo.

Poi, via via anche mio figlio dovrebbe cominciare ad osservare le figure e i colori. Ma c’è tempo. Lasciateli sperimentare e mi raccomando, in questo caso, sotto la vostra attenta supervisione, perché come ho detto il cartone si scioglie con la saliva. A presto con i libri per bambini da 0 mesi a 5 anni. (Marica Movie and Books, cercami sui social)

Per approfondire, vi consiglio di leggere questo articolo della rivista Uppa sullo sviluppo delle abilità motorie nei bambini, da 0 mesi al secondo anno di vita.

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares